(Shutterstock.com)

Tutte le novità della nuova ordinanza firmata dal ministro della Salute Roberto Speranza, e in vigore da domani

Con la nuova ordinanza firmata nei giorni scorsi dal Ministro della Salute, Roberto Speranza, l’Italia si avvicina sempre più a un ritorno, almeno parziale, alla normalità, dopo le tante limitazioni imposte dalla pandemia di Covid-19.

Le principali novità riguardano il Green Pass, che viene definitivamente accantonato praticamente ovunque (resta necessario solo per l’accesso alle strutture sanitarie) e mascherine, non più obbligatorie al chiuso (con alcune eccezioni).

In allegato il testo completo dell’ordinanza: CLICCA QUI.

Green Pass

La certificazione verde non verrà più richiesta salvo che per accedere alle strutture sanitarie.

Mascherine

Cade l’obbligo di indossare la mascherina al chiuso, con alcune eccezioni. Non sarà più obbligatoria negli uffici pubblici, nei musei, in negozi, supermercati, bar, ristoranti, discoteche e allo stadio.

Niente più mascherina obbligatoria, salvo diverse disposizioni interne, anche sul posto di lavoro, pubblico e privato: in questi luoghi la mascherina resta solo “fortemente raccomandata”.

La mascherina FFP2 resta invece obbligatoria in:

  • Trasporto pubblico locale, trasporto scolastico e autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente;
  • Treni, aerei, navi e traghetti;
  • Cinema e teatri;
  • Palazzetti ed eventi sportivi al chiuso;
  • Locali di intrattenimento e musica dal vivo;
  • Ospedali e presidi sanitari;
  • RSA.

Viaggi

Novità per i turisti stranieri che arrivano in Italia dall’estero: non dovranno più compilare il PLF (Passenger locator form), cioè il modulo da compilare con i propri dati per essere rintracciabili in caso di rischio contagio. Fino al 31 maggio resta invece necessario per i visitatori stranieri possedere il Green Pass base (ottenibile con vaccino o tampone negativo).