Il sindaco Alan Fabbri insieme al rabbino capo Luciano Caro in occasione di cerimonie del novembre-dicembre 2021

Fabbri: “riconoscimento per i valori culturali, etico-morali e sociali che lo contraddistinguono, da tanti anni un punto di riferimento per la comunità ebraica e la città”

Il Consiglio comunale di Ferrara, riunitosi oggi pomeriggio, lunedì 21 marzo, in seduta nella residenza municipale, ha approvato all’unanimità la delibera relativa all’assegnazione della cittadinanza onoraria al Rabbino Capo Rav. Luciano Caro.

Sono profondamente onorato – ha affermato il sindaco di Ferrara Alan Fabbri –, anche a nome di tutti i concittadini, che Ferrara assegni al Rabbino Capo Rav Luciano Caro la cittadinanza Onoraria della Città di Ferrara per i valori culturali, etico-morali e sociali che lo contraddistinguono, per il suo profondo impegno in ambito culturale e religioso, per l’intensa e riconosciuta attività a livello nazionale e internazionale messa in campo a favore della conoscenza della cultura ebraica e delle discriminazioni subite durante la Shoah“.

Una figura di altissimo livello molto legata al nostro territorio – racconta Fabbri – e dal 1989 è il punto di riferimento religioso della Comunità Ebraica ferrarese e da sempre impegnato nel voler trasmettere alle nuove generazioni l’importanza del rinnovare la Memoria perché gli episodi di razzismo e xenofobia non abbiano mai più le basi su cui attecchire. Ha contribuito a diffondere nella nostra comunità i valori di tolleranza e di rispetto per “gli altri o i diversi”, valori che sono condivisi, ribaditi dalla nostra Costituzione e nei quali ci riconosciamo pienamente come Amministrazione Comunale in tutte le nostre azioni. Con l’attribuzione della Cittadinanza Onoraria al Rabbino Capo Rav Luciano Caro l’intera comunità ferrarese esprime un gesto di profondo e sincero ringraziamento e riconoscenza nei Suoi confronti“.

L’assegnazione della cittadinanza onoraria verrà successivamente riportata su apposita pergamena che verrà consegnata nel corso di una futura cerimonia pubblica, alla presenza delle Autorità di governo, regionali e locali e degli stessi componenti il Consiglio e la Giunta del Comune, procedendo anche a iscrivere il nominativo del Rabbino Capo Rav. Luciano Caro nell’ Albo dei Cittadini Onorari e Benemeriti come previsto dal Regolamento per la concessione della Cittadinanza onoraria a della cittadinanza benemerita approvato dal consiglio comunale nel settembre 2020.