Partenza alle 9 da Piazza Trento e Trieste, ammesse solo biciclette da corsa costruite prima del 1987

Tutto è pronto per la settima edizione della ciclostorica “La Furiosa” in programma domenica 13 marzo 2022. Nata nel 2016 quando ricorreva il 500° anniversario dalla pubblicazione dell’Orlando Furioso, da cui l’Associazione Sportiva Dilettantistica PO RIVER ha tratto ispirazione per intitolare la ciclostorica. “I partecipanti, che ci piace chiamarli “furiosi” per come amano sfidare le strade e soprattutto il vento – racconta l’associazione –. Domenica mattina in Piazza Trento e Trieste in sella, ma non a cavalli, come accadeva nel celebre poema, ma su biciclette d’altri tempi per pedalare, divertirsi e scoprire il nostro territorio“.

Tutti i partecipanti avranno una bicicletta “d’epoca”, che tradotto significa guidare un mezzo datato tra i primi del Novecento al 1987, mese più mese meno.

Si manterranno i 3 filoni che contraddistinguevano l’opera dell’Ariosto ma ovviamente reinterpretandoli: l”amore’ per la bicicletta e lo stare in compagnia, la ‘guerra’ contro la fatica di dover pedalare per 69 km su strade bianche e probabilmente controvento (sono davvero poche le volte che capita di pedalare col vento alle spalle) e il “motivo encomiastico” celebrare le delizie degli estensi e soprattutto i piaceri della nostra tavola con i nostri piatti tipici“.

Sabato 12 marzo gli iscritti potranno andare a ritirare il pacco gara e il numero da apporre sulla maglia e sulla bicicletta alla segreteria in Via Borgo dei Leoni 28, nel Palazzo Naselli Crispi, prestigiosa sede del Consorzio di Bonifica di Ferrara dalle 14.00 alle ore 18.00. Domenica mattina la segreteria sarà aperta dalle 7.00 alle 8.00 per gli ultimi corridori (ma il pacco gara per loro non sarà garantito) e quindi tutti in piazza Trento e Trieste dove in compagnia dello speaker si attenderà il “Pronti e Via” previsto per le ore 9.00.

Il percorso della ciclostorica rimane quello circolare dello scorso anno: si uscirà dalla città sotto le mura per poi dirigersi verso Focomorto e Fossalta dove si arriverà attraversando la strada bianca via dell’Ansa. Superata Tamara e sfiorando Copparo ci si dirigerà verso la Pieve di San Venanzio, costruita nel 1344. Superata Ro si prosegue sull’argine del Po, dove si percorrerà la famosa ciclabile Destra Po per ammirare l’imponente fiume. Arrivo a Ferrara passando per le mura cittadine, la campagna degli Estensi e l’arrivo in Piazza Trento e Trieste dove sarà prevista la terza ed ultima punzonatura. Quindi tutti al ristorante per pranzare e brindare assieme. Inoltre sabato e domenica dalle ore 09.30 alle ore 18.00 ci sarà, in Piazza Trento e Trieste, una gimkana dove i bambini potranno imparare a pedalare in sicurezza ed a divertirsi tra birilli ed ostacoli; il percorso è organizzato in collaborazione con la Polisportiva Otello Putinati e la S.S. Sancarlese Ciclismo-un’area expo “vintage” con esposizione di biciclette ed abbigliamento d’Epoca.

Partecipare a “La Furiosa”

Saranno ammessi alla partenza solo ciclisti con biciclette da corsa d’epoca costruite prima del 1987 (non mountain bike, ciclocross o da cronometro); con leve del cambio sul tubo obliquo del telaio o sulle estremità del manubrio, con pedali muniti di fermapiedi e cinghietti e con il passaggio dei fili dei freni esterno al manubrio. 
È inoltre obbligatorio indossare un abbigliamento consono e coerente alla bicicletta utilizzata, quindi pantaloncini e maglie di lana dei vari periodi (per gli anni’80 anche materiali sintetici), cappellini, scarpe ed accessori adeguati. 

Il programma della VII edizione

Sabato 12 marzo
Ore 14.00/18.00: apertura segreteria organizzativa presso Palazzo Naselli Crispi via Borgo dei Leoni 28 sede del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara.
9.00-19.00: Piazza Trento e Trieste Area Expo”vintage” e area Gimkana per Bambini

Domenica 13 marzo
Ore 7.30: apertura segreteria organizzativa presso Palazzo Naselli Crispi via Borgo dei Leoni 28.
9.00/19.00: Piazza Trento e Trieste Area Expo e area Gimkana per Bambini
Ore 9.00: Partenza de La Furiosa da Piazza Trento e Trieste. Percorso unico da 67km; sono previsti 2 ristori.
All’arrivo pranzo in ristorante per tutti i partecipanti.