I Vigili del Fuoco hanno chiamato i Carabinieri che, una volta entrati, hanno trovato due contenitori sul tavolo del soggiorno con lo stupefacente

Nel pomeriggio di domenica 30 gennaio, a Lido degli Estensi, i Vigili del Fuoco hanno chiamato i Carabinieri dopo che un inquilino dell’edificio sul quale dovevano effettuare delle verifiche strutturali urgenti, si è primo fatto negare e poi ha addotto futili motivi per impedire ai funzionari di accedere all’immobile. I tecnici dei Vigili del Fuoco hanno contattato il 112 per avere l’assistenza necessaria all’accesso forzoso all’appartamento e poter verificare eventuali situazioni di pericolo per l’incolumità dei condomini. 

All’arrivo della pattuglia dei Carabinieri di Comacchio, il proprietario dell’appartamento non era in casa e, contattato telefonicamente, è stato convinto a far rientro al domicilio. Una volta giunto sul posto è apparso agitato e preoccupato, tanto da chiedere ai militari di poter accedere da solo all’appartamento, prima di fare entrare il personale per le verifiche. 

L’uomo, già noto agli uffici di polizia, e il suo comportamento agitato hanno insospettito i Carabinieri che hanno dunque deciso di entrare nel locale contemporaneamente al proprietario. Sia i Carabinieri che i Vigili del Fuoco, pur avendo notato lo strano atteggiamento dell’uomo, non si aspettavano di trovare, sul tavolo del soggiorno due contenitori aperti con 70 grammi di hashish e 37 grammi di marijuana, oltre all’occorrente per la suddivisione in dosi dello stupefacente, come sacchetti in cellophane e un bilancino di precisione. 

La sostanza è stata sequestrata e l’uomo, un 40 enne del luogo, dichiarato in arresto; ultimate le formalità di rito veniva ristretto, agli arresti domiciliari, presso la propria abitazione in attesa dell’udienza di convalida che si è tenuta presso il Tribunale di Ferrara nella mattinata di ieri.

Dalle verifiche, dei Vigili del Fuoco, lo struttura dello stabile è risultata perfettamente efficiente.