(travelwild / Shutterstock.com)

La pianificazione delle misure decise dal Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica

Le nuove norme, contenute nel D.L del 26 novembre 2021, per il contenimento dell’epidemia da Covid-19, saranno in vigore dal 6 dicembre e fino al 15 gennaio 2022. In occasione delle imminenti festività di fine anno e, per un primo approfondimento sull’applicazione delle nuove disposizioni, il Prefetto Rinaldo Argentieri nella mattina di ieri, 30 novembre, ha presieduto una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.

All’incontro hanno partecipato il Vice Questore Vicario Stefano Fonsi, il Comandante provinciale Carabinieri Gabriele Stifanelli, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza Cosimo D’Elia, il rappresentante  della Provincia Consigliere Gino Soncini, il Vice Sindaco di Ferrara Nicola Lodi, il Sindaco di Comacchio Pierluigi Negri, l’Assessore del Comune di Cento Mario Pedaci, il Direttore Generale dell’Azienda USL di Ferrara Monica Calamai, il Commissario Straordinario dell’Azienda Ospedaliero Universitaria S. Anna di Ferrara Paola Bardasi, il Direttore dell’Agenzia Mobilità Impianti (AMI) Michele Balboni ed il Responsabile di esercizio per Ferrara di TPER Mauro Robustini.

Su conforme indicazione del Comitato, il Prefetto ha disposto una sensibile intensificazione dei controlli sul possesso e sul corretto utilizzo del green pass, anche nella sua forma rafforzata per vaccinazione o guarigione, indispensabile per accedere a spettacoli, eventi sportivi, ristorazione al chiuso, feste e discoteche, cerimonie. Attività che vedrà impegnate Forze di Polizia a competenza generale e Polizie Locali, cui spetterà anche il compito di effettuare analoghi, serrati controlli a campione sui mezzi di trasporto pubblico, ovvero presso le principali fermate dei bus. 

Si tratta di una articolata pianificazione di controlli che ha lo scopo di far trascorrere alla comunità ferrarese le prossime festività in una condizione quanto più possibile di normalità, valorizzando il possesso del green pass quale strumento di accesso ai principali servizi. 

“Il lento ma progressivo aumento dei contagi che si riscontra in queste settimane anche in questa provincia, peraltro non paragonabile ai valori che si registravano esattamente un anno fa, grazie soprattutto alla elevata copertura vaccinale raggiunta, non ci permette di abbassare la guardia, e quindi restano attuali i richiami ad un uso corretto e responsabile dei mezzi di protezione individuale ed al rispetto dei distanziamenti – ha dichiarato il Prefetto Argentieri –. Desidero, in particolare, richiamare l’attenzione della comunità ferrarese – ha proseguito il Rappresentante del Governo – sull’importanza dei controlli sul possesso del “green pass”, che non è uno strumento di limitazione della libertà individuale ma, all’opposto, il solo mezzo per dimostrare la nostra protezione verso le conseguenze più gravi della malattia, limitando al contempo la circolazione del virus e assicurando, quindi, un progressivo ritorno alla nostra quotidianità”.