Lite fra due giovani di origini straniere, uno avrebbe minacciato l’altro con un colpo di pistola. Durante le perquisizioni l’arma non è stata trovata

Nella serata di lunedì 23 novembre, un 22enne di origini straniere residente a Cento ha chiamato i Carabinieri dicendo di aver avuto una lite in strada con un conoscente, il quale lo avrebbe minacciato esplodendo un colpo di pistola.

I militari della Compagnia di Cento sono dunque intervenuti in Via Matteotti, procedendo a immediate ricerche e riuscendo a rintracciare l’aggressore mentre, in bicicletta, si aggirava poco distante dal luogo del fatto. Si tratta di un 35enne, cittadino albanese, già noto alle Forze dell’Ordine, che non ha opposto resistenza al controllo dei militari. Sottoposto a perquisizioni della persona e dell’abitazione, non è stata trovata alcuna traccia dell’arma da fuoco, su cui non si hanno ancora sufficienti elementi per capire se si possa trattare di un’arma comune oppure una cosiddetta “scacciacani”. Sono in corso gli accertamenti per fare piena luce sui fatti; le prime risultanze hanno comunque consentito di denunciare l’uomo per il reato di minaccia aggravata.