(gay pride a Ferrara, foto d'archivio)

Sabato 6 novembre alle 16.00, il ritrovo in Via Ripagrande 12

A seguito dell’aggressione omotransfobica e filofascista, verso un gruppo di giovani ragazze e ragazzi tra i 12 e i 15 anni, avvenuta domenica 31 ottobre in pieno centro a Ferrara, Arcigay Ferrara Gli Occhiali d’Oro, Udu Ferrara e Out+ lanciano un appello alla Ferrara democratica e antifascista per “tornare in piazza, far sentire nuovamente la propria voce e per denunciare questi atti vili e intollerabili“.

Gli aggressori di questa vicenda sono lo specchio della nostra classe politica – continuano –, tra cui c’è chi inneggia all’odio e alla discriminazione e di fatto giustifica questi atti di violenza vera e propria. Quella stessa classe politica che non volendo porre argini alla violenza e ai crimini d’odio, ha decretato l’affossamento del DDL ZAN in Senato“.

Sabato 6 novembre la cittadinanza è dunque invitata a prendere parte al “Corteo per Ferrara Queer e Antifascista” con orario di concentramento alle 16:00 in Via Ripagrande 12. La partenza sarà alle ore 16:30 e il percorso del corteo arriverà davanti alla lapide commemorativa dei caduti per mano dei fascisti, presso la quale saranno previsti gli interventi delle associazioni promotrici e di coloro che vorranno prendere parola.

Essendo una manifestazione tesa a promuovere il valore dei diritti umani e civili, gli organizzatori invitano a non esibire bandiere di partiti e associazioni ma la sola bandiera arcobaleno. Si raccomandano inoltre, ai fini della tutela della salute e del contenimento del virus Covid-19, d’indossare la mascherina durante tutta la durata della manifestazione.