(Shutterstock)

La Regione Emilia-Romagna ha scelto di ampliare le porzioni di territorio inizialmente considerate

Dopo la presentazione della nostra candidatura e le nostre ripetute sollecitazioni, anche scritte, Ferrara è stata inserita nel perimetro della nuova Zona logistica semplificata, con le proprie aree del chimico“. Lo annuncia il sindaco di Ferrara Alan Fabbri, alla luce della comunicazione da poco arrivata in Comune. “Siamo felici che la Regione Emilia-Romagna ci abbia ascoltato e abbia quindi scelto di ampliare le porzioni di territorio inizialmente considerate. Confidiamo ora che il Ministero competente, con decreto, recepisca l’istruttoria regionale e che quanto prima si possano attivare le agevolazioni e gli incentivi previsti per le aziende insediate o che decidono di insediarsi“.

L’inserimento delle aree del polo chimico di Ferrara nella Zona Logistica Semplificata – precisa inoltre il primo cittadino – ci consentirà di effettuare progettualità di area vasta, di aspirare a intercettare nuovi finanziamenti e darà forza a un settore che sta vivendo un periodo complesso. Queste aree, infatti, con l’inserimento in Zls potranno attingere a condizioni particolarmente favorevoli che le renderanno ancora più attrattive per gli investitori“. “I fatti ci hanno dato ragione: la scelta di candidare il polo, presentandone con efficacia le potenzialità e la valenza per l’intero Paese, ha avuto efficacia e ha prodotto risultati ed è stata trainante per altri Comuni del territorio che potranno così beneficiare delle opportunità previste dall’inserimento nella Zls“.