La terza edizione della pedalata non competitiva su strade bianche sarà una delle manifestazioni che prenderanno il posto della Fiera di Argenta, annullata a causa del Covid

Sabato 18 settembre sono attesi oltre 250 ciclisti ad Argenta, con la partenza fissata di fronte alle scuole elementari, in piazza Garibaldi, e che sarà “libera” nella fascia oraria tra le 12.30 e le 14.00. Si potranno scegliere tre diversi percorsi, da 50, 100 e 150km, che prevedono dai 3 agli 8 ristori offerti. L’arrivo è possibile fino alle ore 24.00, sempre in piazza Garibaldi, dove i partecipanti riceveranno il pacco iscrizione. FAR Gravel non è una gara ma una festa della bici: possono partecipare tutti, con mountain bike, gravel o anche bici elettrica. Non c’è classifica, ma ci sono tantissimi premi in palio, messi a disposizione da partner tecnici del mondo bici e anche da tanti esercenti argentani.

Grazie alla FAR GRAVEL, i circa 480 i ciclisti di Gravel, ben allenati o più contemplativi, a transiteranno anche lungo le strade del Centro storico e delle Valli di Comacchio.
La formula “sport &turismo” di questo evento ha riscosso già un ampio successo nelle passate edizioni, ma la novità dei percorsi 2021, che includeranno la cittadina di Comacchio e i suoi spettacolari paesaggi vallivi, renderà questa manifestazione un evento di sicuro interesse turistico oltre i confini regionali, contribuendo alla promozione del Parco del Delta del Po, quale territorio privilegiato dove fare attività sportiva all’aperto. Inoltre, nel pomeriggio (dalle 14,30 alle 18,30) i partecipanti potranno effettuare una piccola sosta ristoro offerta dal Ristorante Il Bettolino di Foce.

FAR Gravel si è affermata sin dalla sua prima edizione, nel 2018, come una pedalata gravel incentrata sul fascino dello sterrato, ma soprattutto sul particolare percorso: nonostante sia interamente pianeggiante, i tre differenti tracciati, da 50, 100 e 150km, propongono un’autentica sfida di resistenza grazie all’alta percentuale di fondo gravel, tra strade secondarie, argini sul Reno e sulle Valli di Argenta e Comacchio. Soprattutto, unisce province e territori diversi: si passa da Ferrara a Ravenna, dalla terra al mare, arrivando a toccare l’Adriatico nel percorso da 150km e regalando tramonti indimenticabili a chi affronta la distanza più lunga. 

La terza edizione, confermata dopo un attento studio dei protocolli di sicurezza, sarà organizzata nel pieno rispetto delle misure previste dalle autorità per fronteggiare il coronavirus. Questo comporterà alcune novità: non sono previsti stand alla partenza, non sarà possibile iscriversi il giorno dell’evento né l’uso degli spogliatoi. La partenza sarà “libera” e non di gruppo, nella fascia oraria tra le 12.30 e le 14.00, di fronte alle scuole elementari. Sarà garantito sempre il distanziamento sociale, così come i ristori, da sempre punto di forza della FAR Gravel, saranno riorganizzati per garantire il rispetto dei protocolli sanitari. FAR Gravel non è una gara: è una festa della bici e dei ciclisti, che pedalano per godersi panorami e strade di un territorio particolare, che si mescola tra terra e acqua, e anche quest’anno, assicurano gli organizzatori, «saranno garantiti ai partecipanti i massimi standard di sicurezza».

La pedalata è uno degli eventi inseriti al posto della Fiera di Argenta, che quest’anno non si svolgerà, confermando comunque la spinta del territorio verso il cicloturismo. FAR Gravel infatti è organizzata dall’associazione sportiva FAR in collaborazione con il Comune di Argenta, Pro Loco di Argenta e il sostegno delle realtà produttive locali. Argenta si pone a metà strada della Ciclovia del Po di Primaro e del Reno, e sin dalla prima edizione i tracciati proposti hanno cercato di valorizzarne le tipicità: «FAR Gravel è l’evento che cerca di diffondere la bellezza della ciclovia attraverso una giornata tutta dedicata alla bici e alla socialità». 

Iscrizioni a FAR Gravel online su www.fargravel.it. Sul sito sarà possibile scaricare le tracce GPX delle tre varianti (50, 100 e 150km). FAR Gravel è un evento self-supported, con ristori lungo il percorso e assistenza medica sempre garantita. Per gli iscritti ai percorsi da 100 e 150km è necessario presentare il certificato medico sportivo per pratica ciclismo, agonistico.