Ricchissimo il programma di eventi del fine settimana per la rassegna culturale sull’ultimo viaggio di Dante nel territorio Codigorese

Come è stato accolto a Pomposa Dante Alighieri, durante il rientro a Ravenna, dopo una missione diplomatica compiuta a Venezia, nell’estate del 1321? Sarà una rievocazione storica con attori costumi in trecenteschi, curata dal Gruppo GAD Amici del Teatro, ad illustrare, questa domenica, 19 settembre, questo e tanti altri affascinanti aspetti del passaggio del Sommo Poeta sul territorio codigorese, passaggio che precedette di poche settimane la sua morte. 

La rievocazione storica si terrà domenica 19 settembre, alle ore 11.40 e sarà ripetuta alle ore 16. Ricchissimo è, tuttavia, il programma di eventi del fine settimana nell’ambito dell’ultimo viaggio di Dante, la rassegna culturale organizzata dal Comune di Codigoro, in collaborazione con la Pro Loco di Codigoro, forte del sostegno della Destinazione Turistica Romagna. Si comincia sabato 18 settembre, alle ore 12 con l’apertura, nel parco abbaziale, dello stand gastronomico della Sagra del Riso, a cura della Pro Loco di Jolanda di Savoia (con degustazioni e pietanze a base di riso). Lo stand sarà in funzione anche di sera, a partire dalle ore 19, sabato e domenica compresi. L’Associazione Pomposa Eventi riapre alle visite il campanile capolavoro dell’arte romanica di 48 metri di altezza (orari: 10-12:45 e 15:30-18 per tutto il week end). 

Alle ore 11 e alle ore 18 si svolgeranno visite guidate all’Abbazia di Pomposa, mentre alle 17, sia sabato 18 sia domenica 19 settembre, la palazzina Iat ospiterà due importante conferenze letterarie (ad ingresso gratuito, con prenotazione all’ufficio Iat).
Il prof. Gianluca Lorenzetti, sabato 18 settembre, aprirà un focus su “Gli ultimi passi del cammino – l’Ambasciata dantesca del 1321”. Domenica 19 settembre, sempre alle ore 17, sarà la volta del professor Giuseppe De Santis, già ospite in occasione delle lecturae dantis estive, il quale tratterà la figura di “San Pier Damiani nel canto XXI del Paradiso (Dante parla di Pomposa)”. A seguire, alle ore 18.30, SOLO sabato 18 settembre, il parco abbaziale sarà attraversato da una visita guidata animata, denominata “L’amore che move il sole e le altre stelle”, a cura del gruppo teatrale Teatroartet.
Per informazioni e prenotazioni: ufficio Iat di Pomposa (tel. 0533-719110 e [email protected]). 

Domenica 19 settembre dalle ore 10 alle ore 18 in via delle Erbe e in via delle Arti si svolgerà il Mercato ambulante dei prodotti tipici, mentre nel parco abbaziale i volontari dell’associazione La Grande Sorella (sempre dalle 10 alle 18) coinvolgeranno i visitatori ne “I giochi di una volta per bambini e adulti”.
Dalle 10 alle ore 12.30 l’associazione Ippogrifo condurrà “A spasso con il Pony” tutti i bimbi che vorranno cimentarsi in una passeggiata a cavallo. 
Imperdibile, alle ore 11.45 “Pomposa vista con gli occhi di Dante”, una visita guidata a tema ed animata all’interno dell’Abbazia di Pomposa e del Museo Pomposiano, con una guida d’eccezione, il professor Federico Marangoni, in abito trecentesco.  Lo scrittore e docente dell’Università Primo Levi di Bologna argomenterà attorno agli usi e ai costumi al tempo di Dante, osservando gli affreschi trecenteschi. Per informazioni e preonotazioni è necessario contattare l’Ufficio Iat di Pomposa. Nel pomeriggio, alle ore 15, sempre Marangoni terrà un laboratorio didattico per bambini (per spiegare quali erano i look in voga nel Medioevo). “Si come i peregrin fanno, ei giunse a la casa di Nostra Donna” è il titolo attribuito alla rievocazione storica che il Gad Amici del Teatro porterà in scena, nel parco San Guido Abate, alle ore 11.40 e alle ore 16 di domenica 19 settembre. Alle ore 15.30 si svolgerà una visita guidata all’Abbazia di Pomposa. 

Di sicuro interesse ed altrettanto fascino anche gli eventi collaterali del fine settimane, organizzati nel contesto del Festival della Natura. Sabato 18 settembre, alle ore 17, nell’Oasi Naturalistica La Garzaia, sarà inaugurato il CRAS (Centro recupero animali selvatici – tel 349-3592339). Domenica 19 settembre, alle ore 9, dal parco San Giudo Abate prenderà il via il Cicloraduno del Delta, un itinerario cicloturistico prenotabile al numero dell’ufficio Iat 0533-719110. Alle ore 9 dall’oasi Canneviè partirà una escursione lungo l’anello della Falce, la stessa oasi di Canneviè, per poi giungere al Faro di Gorino in barca.
Tutti gli eventi in programma sono organizzati nel rispetto dei protocolli di sicurezza anti Covid 19.