(Shutterstock)

Si cerca l’ultima figura, ancora aperta la selezione

Sono circa 2mila le richieste di partecipazione alla fiction Rai che a giugno sarà girata a Ferrara, con alcune celebrità del jet set italiano. Lo comunica Rebecca Bottoni, presidente del Ferrara Buskers Festival ma in questo caso nelle vesti di selezionatrice, per conto dell’emittente pubblica, delle comparse che saranno coinvolte nelle riprese, la cui apertura è imminente. La fiction è realizzata con la collaborazione della Film Commission dell’Emilia-Romagna.

Siamo in chiusura, abbiamo raccolto le domande e selezionato le figure che prenderanno parte al set, nel complesso sono un centinaio“, fa sapere Bottoni, qui nel ruolo di AOSM (selezione comparse e figurazioni), dopo aver maturato una lunga esperienza in questo campo, lavorando a Roma, tra gli altri, con il regista Niccolò Ammaniti per la serie tv Sky “Il Miracolo” e con Paolo Sorrentino per il film “Loro”.
Il quadro delle comparse è ormai definito. Manca però una figura. Siamo infatti alla ricerca di un profilo specifico per interpretare un commerciante straniero, pakistano o nordafricano, che sia corpulento. Altro ovviamente non possiamo svelare“. Per aderire occorre mandare proprio alla mail di Rebecca Bottoni ([email protected]) tre proprie foto – un primo piano, un mezzobusto e una figura intera (le immagini devono essere nitide e senza pose di profilo) – indicando nome, cognome, data e luogo di nascita, altezza, taglia, numero di scarpe, telefono, mail ed eventuali abilità. Il termine per la presentazione delle domande è fissato per il 30 maggio.
Siamo stati letteralmente ‘sommersi’ dalle domande, e questo è un segnale molto positivo che dimostra la voglia di partecipazione e l’entusiasmo per questa produzione Rai in città. Tante richieste sono giunte da Ferrara – spiega –, ma l’interesse è stato notevole anche da parte di altre province. Ovviamente la selezione si è basata sulle figure necessarie al set, di fronte a candidati con caratteristiche analoghe abbiamo selezionato figure del territorio per agevolarne la presenza“.