Cantiere Hera in Largo Castello (foto repertorio)

Cantieri tra viale Cavour e corso Giovecca, il tempo previsto per gli interventi è di circa di 3 mesi, con un investimento di 600mila euro

Aprirà tra pochi giorni il cantiere per il completo rifacimento della pavimentazione di Largo Castello, tra viale Cavour e corso Giovecca. I lavori, promossi dall’Amministrazione, hanno richiesto un investimento di 600mila euro. È di circa tre mesi il tempo previsto per la completa realizzazione dell’opera, che si è aggiudicata la Ditta “Porfidi delI’Isola” Srl di Bonate Sopra.

L’obiettivo – spiega l’assessore Andrea Maggi – è riqualificare questa importante strada nel cuore del centro storico di Ferrara che lambisce il fronte settentrionale del Castello estense. Abbiamo programmato questo intervento alla luce delle condizioni della pavimentazione, che presenta deformazioni, avvallamenti, ristagni d’acqua tanto da aver creato in diverse situazioni disagi alla circolazione e condizioni certamente non ottimali anche per il transito delle ambulanze“. “Più sicurezza e nuova bellezza: sono queste le parole d’ordine che abbiamo messo in campo per dare nuova vita a un tratto di strada che si affaccia in uno degli scenari più caratteristici di Ferrara e che è legato anche a ricordi antichi e a curiosi aneddoti. Quella interessata è infatti – continua Maggi – un’area ricompresa nel cosiddetto Angolo dei 4S, tradizionalmente il posto di ritrovo dei goliardi ferraresi, il cui motto era (da qui la dicitura 4S): ‘Siamo sempre senza soldi’“.

L’avvio dell’intervento di manutenzione straordinaria è preceduto, in questi giorni, dai lavori – a cura di Hera – per il rifacimento della condotta dell’acqua sotterranea. Terminato il cantiere della multiservizi si procederà con la riqualificazione promossa dal Comune. Quello che sarà realizzato sarà un cantiere meno “ingombrante” dell’attuale. I lavori procederanno a ‘strisce’, occupando porzioni limitate di strade e proseguendo per step successivi al fine di limitare al massimo i disagi alla circolazione.

Nel dettaglio il progetto di “manutenzione straordinaria della pavimentazione carrabile in cubetti di porfido” prevede il completo rifacimento del sottofondo e la ripavimentazione in pietra naturale della superficie stradale di Largo Castello. La parte di sottofondo sarà realizzata con uno strato di 20 centimetri di misto granulare non legato, 30 di misto cementato, una soletta in calcestruzzo di 24 centimetri con doppia rete elettrosaldata ed uno strato di allettamento (per la posa dei cubetti) in premiscelato speciale. Per la ripavimentazione sarà utilizzato – è scritto nella relazione tecnica – il materiale precedentemente rimosso con la dovuta cura ed integrato, ove necessario, con del nuovo della medesima tipologia. Inoltre – per la gestione dell’acqua piovana – gli attuali punti di raccolta delle acque meteoriche, saranno sostituiti da nuove caditoie in ghisa.