Verso le 17 di sabato un treno, in arrivo allo Stazione Ferroviaria di Ferrara via Boschetto, ha dovuto frenare bruscamente per evitare di travolgere dei ragazzi che si trovavano sui binari

Una “bravata” che poteva costare cara, quella commessa nel pomeriggio di sabato 17 aprile da un gruppo di giovani alla Stazione Ferroviaria di Ferrara via Boschetto, sulla linea ferrata che unisce Ferrara a Codigoro. Verso le 17 di sabato un treno, in arrivo allo scalo, ha dovuto frenare bruscamente per evitare di travolgere dei ragazzi che si trovavano sui binari all’interno della stazione. Il macchinista ha attivato i sistemi sonori e frenato la locomotiva, nel timore che i giovani si attardassero ulteriormente sulla strada ferrata ed il suo treno li travolgesse. I ragazzi, intuito il grave pericolo, sono a quel punto immediatamente  risaliti sulla banchina, permettendo al convoglio di fermarsi regolarmente alla fermata ferrarese.

Il macchinista ed il capotreno, hanno avvisavano dell’accaduto la centrale di emergenza 112 dei Carabinieri; giunti alla stazione, i militari hanno trovato il gruppetto di ragazzi, tutti della zona e di età compresa tra i 18 ed i 20 anni, che hanno dichiarato di essere scesi sui binari solamente per recuperare il portafoglio di uno di loro, inavvertitamente caduto dalla banchina su cui si trovavano. I giovani non si erano accorti del treno in arrivo e, al suono della tromba della locomotiva, erano scattati e risaliti velocemente sulla banchina. I ragazzi si sono rammaricati dell’accaduto con i Carabinieri, non essendo  infatti intenzionati a creare problemi alla circolazione ferroviaria; dopo essere stati redarguiti dagli Agenti sono stati dunque invitati a lasciare la stazione ferroviaria.

I Carabinieri tengono ad evendenziare come determinati superficiali comportamenti, possano arrecare grave rischio, sia per le persone, sia per la sicurezza della circolazione ferroviaria, per cui vanno evitati in ogni modo, seguendo le indicazioni della cartellonistica e del personale preposto al servizio.