raccolta rifiuti (foto repertorio Shutterstock.com)
(foto Shutterstock.com)

Tra le categorie interessate cinema, teatri, palestre, alberghi e altre attività ricettive, ristoranti, pizzerie, bar, saloni di bellezza e locali da ballo

Conta oltre 2.060 imprese e attività economiche, penalizzate dalle restrizioni anti-Covid, l’elenco delle utenze non domestiche del territorio che potranno godere della riduzione della tariffa rifiuti per tutto il 2020 decisa del Comune di Ferrara, in accordo con Hera. Nel lungo elenco di categorie interessate figurano, tra gli altri, cinema, teatri, palestre, alberghi e altre attività ricettive, ristoranti, pizzerie, bar, saloni di bellezza e locali da ballo. Tutte attività che, per effetto delle restrizioni legate all’emergenza sanitaria, sono rimaste chiuse o hanno subito consistenti perdite economiche.

gli assessori Alessandro Balboni e Matteo Fornasini
Gli assessori Alessandro Balboni e Matteo Fornasini

L’operazione, adottata in Giunta e illustrata dagli assessori Alessandro Balboni e Matteo Fornasini, sarà finanziata con un fondo di circa 565mila euro.

“Ringraziamo tutti i soggetti che hanno collaborato alla realizzazione di questo intervento, comprese le associazioni di categoria cittadine che hanno condiviso il percorso messo in campo in tempi rapidi, raccogliendo il grido d’allarme lanciato dai commercianti” hanno affermato gli assessori Balboni e Fornasini.

Le riduzioni riguarderanno la quota fissa della tariffa rifiuti e saranno applicate in percentuali variabili dal 25% al 90% a seconda della categoria economica.

La riduzione della quota fissa della tariffa rifiuti, va inoltre a sommarsi ad altre misure, già adottate da Hera, su richiesta del Comune e in accordo con le Associazioni di categoria, per mitigare le difficoltà economiche, conseguenti ai provvedimenti di chiusura. Tra queste: una riduzione della tariffa con sconti applicati sulle bollette di novembre 2020 per tutte le utenze non domestiche che sono rimaste forzatamente chiuse nei mesi precedenti; il rinvio della scadenza della seconda bolletta del 2020 da fine novembre 2020 ad aprile 2021, oltre alla possibilità di rendere rateizzabile il pagamento senza l’applicazione degli interessi; infine, l’emissione della prima bolletta 2021 a settembre 2021.

Tabella riduzione rifiuti attività commerciali.
N.B. La categoria 19 va letta come NEGOZI DI VICINATO esercizi commerciali con superficie di vendita fino a 250 mq.

CNA: “Una misura che risponde all’esigenza di liquidità delle imprese

Positivo il commento del Presidente dell’Area Ferrara di Cna Riccardo Cavicchi per le decisioni dell’Amministrazione Comunale di Ferrara relativamente alla riduzione della tassa sui rifiuti. Cna ha partecipato attivamente al confronto con l’amministrazione comunale di Ferrara sull’argomento e quindi ritiene giusto riconoscere che il provvedimento risponde alle esigenze delle imprese.

Vogliamo esprimere il nostro apprezzamento, come Cna, per la misura individuata dall’amministrazione comunale di Ferrara, con la collaborazione di Hera, per ridurre l’onere della Tariffa Corrispettiva Puntuale a carico delle imprese, danneggiate nel 2020 dalle restrizioni dovute all’emergenza sanitaria”. E’ questo il primo commento di Riccardo Cavicchi, Presidente di Cna Area Ferrara, sulla nuova misura annunciata in conferenza stampa dagli assessori Alessandro Balboni (Ambiente) e Matteo Fornasini (Bilancio) del Comune di Ferrara.

Il Comune di Ferrara – prosegue Cavicchi – ha messo in campo una cifra importante e ha individuato una metodologia che permetterà, a quanto ci è stato assicurato, di garantire i ristori alle imprese in tempi rapidi. In questo modo si viene incontro a una delle principali esigenze delle imprese in questo momento, cioè la liquidità”.

Cna – conclude Cavicchi – si è molto impegnata per ottenere questo risultato, partecipando attivamente e avanzando proposte nelle occasioni di incontro e confronto con l’Amministrazione. Naturalmente non escludiamo di poter chiedere ulteriori aggiustamenti alle misure di ristoro alle imprese, ma ora prendiamo atto con soddisfazione di quanto è stato fatto”.