Prospettiva di corso della Giovecca a Ferrara

L’uomo è ora indagato tra l’altro per i reati di furto, violazione di proprietà privata e danneggiamento beni monumentali. La vettura restituita al legittimo proprietario

Alle 8.30 di ieri, domenica 21 marzo, mentre percorreva corso della Giovecca in evidente stato di alterazione psicofisica, un uomo alla guida di una vettura Fiat Punto giunto all’altezza della prospettiva monumentale che porta a piazzale Medaglie d’Oro ha invaso la pista ciclabile e, non essendo in grado di mantenere il controllo della vettura, è andato a collidere contro la base del fornice dove transitano i velocipedi. Ha poi ripreso la marcia su viale Alfonso I D’este arrestandosi in viale Volano.

Qui è stato raggiunto da personale Tper, che aveva assistito all’accaduto, e in seguito da una pattuglia di Polizia Locale. Il conducente della vettura – un 21enne di nazionalità rumena senza precedenti penali residente a Ferrara – è stato quindi sottoposto ad accertamenti urgenti finalizzati alla misurazione del tasso alcolemico, risultato eccedere di cinque volte il limite massimo consentito. Durante i rilievi stradali sul luogo è giunto il proprietario dell’autovettura, che ha riferito che il veicolo gli era stato sottotratto dall’area condominiale privata dove lo aveva lasciato in sosta la sera precedente.

Condotto alla sede del comando della Polizia Locale l’uomo è stato sentito alla presenza del legale ed è ora indagato per i reati di furto, violazione di proprietà privata e guida in stato di ebbrezza. Dovrà rispondere inoltre per le violazioni al codice della strada per omesso controllo del veicolo, circolazione su pista ciclabile, fuga da sinistro stradale e danneggiamento di beni monumentali. Non avendo giustificato motivo, il conducente è stato inoltre sanzionato per violazione alla normativa Covid-19. La vettura è stata restituita al legittimo proprietario.