Anche a Ferrara possibili disagi, garantiti i servizi minimi e le urgenze

La Direzione Generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara e dell’Azienda USL di Ferrara comunicano che per l’intera giornata di lunedì 8 marzo 2021 è stato proclamato dalle Associazioni Sindacali CUB, SLAI COBAS per il Sindacato di Classe, S.I. COBAS, USB, USI, COBAS SUR e adesione USB PI, lo sciopero nazionale di tutti i settori pubblici e privati. 

Saranno comunque garantiti i servizi di assistenza sanitaria d’urgenza (attività chirurgica solo d’urgenza, le prestazioni di terapia intensiva, i servizi di trasporto del 118, le unità coronariche, il Pronto Soccorso e tutto ciò che è legato alle urgenze) ed ordinaria solo rispetto ai pazienti ricoverati. Tutta l’attività programmata (attività specialista ambulatoriale prenotata tramite il Cup o dai reparti) non è garantita ma è strettamente in correlazione all’adesione allo sciopero.

Come prevedono le norme vigenti saranno garantiti i servizi minimi essenziali e in particolare le urgenze, mentre le attività programmabili potranno subire riduzioni conseguenti all’adesione allo sciopero.