Teatro Anatomico di Palazzo Paradiso
Teatro Anatomico di Palazzo Paradiso

L’intervento avrà un costo di circa 40mila euro, coperto interamente dalla cooperativa ferrarese

A poche ore dall‘attivazione, da parte dell’Amministrazione comunale, dell’Art Bonus (credito di imposta per chi effettua erogazioni liberali a sostegno del patrimonio culturale pubblico) per il restauro e il recupero del Teatro anatomico di Palazzo Paradiso, è già arrivata la disponibilità a coprire interamente le spese dell’intervento, di circa 40mila euro. A manifestarla è stata Copma, cooperativa ferrarese leader nel campo delle pulizie e delle sanificazioni, che ha recentemente compiuto 50 anni e che – in una lettera inviata ieri in Comune – ha dichiarato la propria “disponibilità ed interesse ad aderire al bando“, fornendo il proprio “contributo a totale copertura dei costi di restauro“, “in coerenza col proprio mandato di responsabilità sociale e come fatto, più volte, nel passato“. Immediati i ringraziamenti da parte del sindaco di Ferrara Alan Fabbri e dell’assessore Andrea Maggi. “Ancora una volta – dice il primo cittadino – da Ferrara arriva un segnale di grande attenzione e un contributo fattivo, da parte dei privati, per la cura, la tutela, la promozione del patrimonio cittadino. Come già accaduto, recentemente, col restauro della statua del Savonarola (interamente finanziato da Artibano Sivieri, amministratore dell’Hostaria Savonarola), oggi arriva una nuova e immediata adesione all’Art Bonus, che consentirà di realizzare la manutenzione, la protezione e il restauro della storica sede di studi anatomici, gioiello Settecentesco“.

Il contributo al restauro del Teatro anatomico di Palazzo Paradiso – scrive la presidente di Copma Silvia Grandi – vuole anche essere un modo “per celebrare il 50ennale della costituzione della cooperativa” e “rappresenta simbolicamente il legame tra le prestigiose origini dell’Università di Ferrara e le intense attività di ricerca scientifica che caratterizzano da tempo la collaborazione tra Copma e la stessa Università di Ferrara“.

Situato al piano terra di Palazzo Paradiso, attuale sede della Biblioteca comunale Ariostea, il Teatro anatomico è stato costruito nel 1731 ad opera dell’architetto Francesco Mazzarelli, con la collaborazione dell’anatomista Giacinto Agnelli, ed era destinato alle lezioni di anatomia dell’Università di Ferrara. La storica sede di studi anatomici è intitolata a Giovanni Tumiati. L’intervento di restauro prevede una consistente opera di disinfestazione antitarlo e il successivo trattamento a spruzzo. In seguito si procederà a stuccare ogni fessurazione e consolidare le pedane lignee. Infine, sarà eseguita la ripresa cromatica delle stuccature e l’armonizzazione delle argentature. Dopo il completamento delle procedure per l’Art Bonus di Palazzo Paradiso l’assessore Maggi ha già rilanciato l’idea di candidare al medesimo credito di imposta, nel 2021, “anche il restauro delle statue del Ponte di San Giorgio e del gruppo scultoreo della Fontana dell’acquedotto monumentale di piazza XXIV Maggio“.