Arresto a Portomaggiore

Aveva violentato una ragazza minorenne, sarà ora estradato in Spagna dove sconterà la pena in carcere

È stato arrestato a Portomaggiore nella serata di ieri un 23enne su cui pendeva un mandato di cattura internazionale per aver violentato una ragazza minorenne in Spagna nel 2016.

Il giovane è stato fermato nella serata di ieri, lunedì 18 gennaio 2021, nei pressi della stazione ferroviaria dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Portomaggiore (FE). A.E.E., 23enne di origini pakistane, era privo di documenti ed è apparso sospetto agli Agenti, che hanno quindi deciso di portarlo in caserma per l’identificazione tramite le impronte digitale. A questo punto, grazie al fotosegnalamento, i militari sono riusciti a risalire alla reale identità del ragazzo scoprendo inoltre che risultava colpito da un mandato di arresto europeo (MAE). Gli accertamenti hanno permesso di appurare che la persona fermata il 3 marzo del 2016, all’epoca 19enne, aveva violentato una ragazza minorenne nel territorio spagnolo.

A seguito del processo relativo alla vicenda, l’imputato A.E.E. fu giudicato colpevole e condannato alla pena di sette anni di reclusione. Il pakistano si era tuttavia reso irreperibile e le Autorità Spagnole avevano emesso a suo carico, il 18 maggio 2020, un mandato di cattura europeo. La fuga dell’uomo si è conclusa ieri sera a Portomaggiore, in provincia di Ferrara, con l’arresto da parte dei Carabinieri e la sua traduzione al carcere di Ferrara, in attesa dell’estradizione.