Il Prefetto ha inoltre chiesto al Sindaco Alan Fabbri un rafforzamento delle misure restrittive, attraverso un’ordinanza che anticipi la chiusura di strade e piazze del centro la notte di Capodanno, allo scopo di garantire maggiore efficacia ai controlli delle Forze di polizia

Nella mattinata di ieri, giovedì 10 dicembre, il Prefetto Michele Campanaro ha presieduto, in videoconferenza da palazzo don Giulio d’Este, una riunione del Comitato provinciale dell’ordine e la sicurezza pubblica per mettere a punto ed aggiornare le misure più urgenti di contrasto all’emergenza epidemiologica da Covid-19.

All’incontro hanno partecipato il Sindaco di Ferrara Alan Fabbri, con il Vice Sindaco Nicola Lodi e l’Assessore Micol Guerrini, il rappresentante dell’Amministrazione Provinciale Stefano Farina, il Direttore Generale dell’Azienda USL Monica Calamai, il Commissario dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Paola Bardasi, il Questore Cesare Capocasa, il Comandante provinciale dei Carabinieri Gabriele Stifanelli, il Comandante provinciale interinale della Guardia di Finanza Luigi D’Abrosca, il Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco Antonio Marchese, il Comandante della Sezione di Polizia Stradale Marco Coralli, il Responsabile del posto di Polizia Ferroviaria Mirko Perelli e il coordinatore del Servizio 118 Marco Orioli. All’incontro hanno, inoltre, partecipato gli organizzatori dell’evento dell’“incendio del Castello Estense” Alessandro Pasetti, Riccardo Cavicchi, Matteo Mazzoni e Paolo Vettorello.

In avvio dei lavori del Comitato, il Prefetto ha illustrato le misure di contenimento, di informazione e prevenzione della diffusione del virus Covid-19 previste dall’ultimo decreto presidenziale del 3 dicembre scorso, in proiezione del prossimo periodo natalizio e di fine d’anno. Al riguardo, il rappresentante del Governo ha sensibilizzato tutti gli attori della sicurezza urbana presenti e coinvolti nel dispositivo di controllo ad un potenziamento delle misure in atto, tenuto conto della necessità di rafforzare le risorse in campo in ragione della gravosità dell’impegno, dedicando particolare attenzione alle aree di maggiore affollamento, in cui si possono verificare fenomeni di inosservanza, anche involontaria, delle misure di distanziamento interpersonale.

Maggiori controlli sugli spostamenti dal 21 dicembre al 6 gennaio

Il Prefetto Campanaro ha sollecitato un’attenzione particolare per i controlli da effettuarsi sulle principali arterie di traffico e sui vari nodi delle reti di trasporto, in considerazione, soprattutto, degli spostamenti conseguenti alle particolari restrizioni previste, in generale, nel periodo dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 e, in particolare, in quelle del 25 e 26 dicembre 2020 e del 1° gennaio 2021. In tal senso, è stato pianificato un sistema capillare di controlli, a cura delle specialità della Polizia Stradale e della Polizia Ferroviaria. Mirati controlli riguarderanno, inoltre, gli spostamenti non consentiti verso le seconde case, in particolare di quelle del litorale comacchiese, per provenienze da regioni in fascia arancione e rossa, o perché effettuati nelle giornate del 25 e 26 dicembre e del 1° gennaio.

riunione prefettura 10dicembre2020
Il Prefetto Campanaro nel corso della seduta del 10 dicembre 2020

Inoltre, il Prefetto dopo aver ricordato che, in forza del vigente decreto presidenziale, dalle ore 22.00 del 31 dicembre 2020 alle ore 7.00 del 1° gennaio 2021, è vietato ogni spostamento che non sia motivato da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità o per motivi di salute. Il Prefetto di Ferrara ha inoltre chiesto al Sindaco Alan Fabbri un rafforzamento delle misure restrittive, attraverso l’adozione di apposita ordinanza di un’anticipazione oraria della chiusura delle strade e delle piazze coinvolte, allo scopo di garantire maggiore efficacia ai controlli delle Forze di polizia. L’ordinanza sindacale sarà, quindi, assunta in stretto raccordo con le Autorità di pubblica sicurezza.

In conclusione della seduta di Comitato, d’intesa con il Direttore Generale dell’Azienda sanitaria Locale e con il Commissario dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria, sono state messe a punto, in vista della campagna vaccinale prevista a partire dal mese di gennaio 2021, le prime misure di vigilanza e controllo ai siti di stoccaggio dei vaccini individuati in provincia. “Ho chiesto ai massimi dirigenti del sistema sanitario provinciale di rafforzare da subito le misure di vigilanza interne alle strutture ospedaliere, attraverso il ricorso agli istituiti di vigilanza privata – ha chiuso il Prefetto – garantendo al contempo un potenziamento del controllo coordinato del territorio da parte delle Forze di polizia”.