Deceduta sabato una donna di 86 anni che si trovava alla Residenza Caterina di Ferrara

E’ stato registrato oggi un decesso nella provincia di Ferrara legato a Covid-19 avvenuto nei giorni scorsi. Sabato 14 novembre è deceduta all’ospedale di Cona una donna di 86 anni residente a Ferrara; l’anziana proveniva dalla Residenza Caterina di Ferrara e presentavano patologie pregresse.
Dall’inizio dell’epidemia ad oggi sono 228 le persone decedute nel ferrarese, tra cui 13 erano residenti fuori provincia e 1 fuori regione. Le morti a Ferrara e provincia sono 214, tra cui 93 erano le persone ospiti in strutture residenziali.

Si registrano 101 nuovi contagi da Covid-19 nella provincia di Ferrara, nell’aggiornamento di oggi, lunedì 16 novembre 2020, sulla situazione epidemiologica legata a Covid-19 emanato dal Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda Usl e dalla Direzione Medica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara. Fra i 486 tamponi refertati nelle ultime 24 ore, sono risultati positivi 1 residente di Argenta, 2 di Bondeno, 3 di Cento, 1 di Codigoro, 3 di Comacchio, 3 di Copparo, 66 residenti di Ferrara, 1 di Fiscaglia, 1 di Goro, 2 di Lagosanto, 1 di Ostellato, 3 di Poggio Renatico, 1 di Portomaggiore, 4 di Riva del Po, 1 di Terre del Reno, 2 di Vigarano Mainarda, 2 di Voghiera e 4 residenti fuori dalla provincia estense.
Fra i nuovi casi, 1 proviene da focolai già noti e 100 sono casi sporadici dove non è stato possibile verificare il tracciamento, 3 provengono da altre regioni italiane. Fra i 101 nuovi casi 94 casi sono asintomatici (6 individuati con il sistema del contact-tracing, 2 attraverso screening su specifiche categorie d’interesse, 86 non noto) e 7 casi sono sintomatici. 
L’età media dei positivi di oggi è, in provincia di Ferrara, 44.8 anni.

All’ospedale di Cona, nella giornata di ieri 15 novembre, si sono registrati 7 nuovi ricoveri di pazienti positivi a Covid-19; si tratta di un residente di Cento, 1 di Codigoro e 4 di Ferrara; inoltre un residente di Ferrara è stato ricoverato nel reparto di terapia intensiva Covid.
Al momento, a Cona, sono ricoverati 18 pazienti nel reparto di malattie infettive riservato a Covid positivi (3 i posti letti disponibili nel reparto), 16 sono i pazienti positivi al virus attualmente ricoverati nel reparto di pneumologia riservato al Covid (0 i posti letti ancora disponibili). In terapia intensiva, a cui sono dedicati due reparti, si trovano 23 pazienti (3 posti letto disponibili). Nei due reparti dedicati alla degenza Covid, di cui ognuno ha 24 posti disponibili, sono ricoverati 42 pazienti (6 i posti totali ancora disponibili). 3 pazienti si trovano poi nel reparto degenza terapia intensiva neonatale covid (-2 i posti disponibili), in degenza di ostetricia di coorte sono ricoverati 3 pazienti (-2 i posti letto disponili). Complessivamente all’ospedale S. Anna sono ricoverati 99 pazienti. La dotazione dei posti letto destinati a pazienti Covid dell’Ospedale di Cona, nel caso di necessità, può essereaumentata fino a 212 (di cui 28 per le Terapie Intensive) come previsto dal Piano Provinciale realizzato in collaborazione con l’Azienda Usl.
All’ospedale del Delta, su 72 posti letto disponibili suddivisi in due reparti, si trovano 57 pazienti positivi a coronavirus; inoltre 5 pazienti sono ricoverati nel reparto di terapia intensiva (1 i posti ancora disponibili).
All’ospedale di Cento sono invece ricoverati 44 pazienti positivi a Covid-19 (0 i posti liberi dedicati).
La dotazione dei posti letto destinati a pazienti Covid da parte dell’Azienda Usl di Ferrara, nel caso di necessità, può essere aumentata fino a 182 (di cui 90 all’ospedale di Cento e 22 all’ospedale del Delta), comprensivi di 26 posti fra Terapie Intensive e Sub Intensive con un possibile aumento di ulteriore 10 posti in Terapia Intensiva.
Sempre nella giornata di ieri dall’ospedale di Cona sono stati dimessi 3 pazienti, si tratta di due uomini residenti a Ferrara rispettivamente di 65 e 83 anni, e di una donna di 71 anni residente a Ferrara.

Ieri, domenica 15 novembre, sono stati dichiarati “clinicamente guariti”, hanno avuto cioè un doppio tampone con esito negativo, 53 residenti della provincia di Ferrara, nel dettaglio 2 residenti di Argenta, 2 di Bondeno, 5 di Cento, 1 di Codigoro, 2 di Comacchio, 2 di Copparo, 29 residenti di Ferrara, 3 di Fiscaglia, 1 di Lagosanto, 1 di Masi Torello, 2 di Mesola, 2 di Terre del Reno e 1 di Vigarano Mainarda.

Nelle ultime 24 ore sono stati posti in isolamento domiciliare 98 residenti della provincia: 2 di Argenta, 5 di Bondeno, 15 di Cento, 3 di Codigoro, 2 di Comacchio, 1 di Copparo, 36 di Ferrara, 1 di Fiscaglia, 1 di Lagosanto, 1 di Poggio Renatico, 30 di Terre del Reno e 1 di Voghiera. Si tratta di persone che sono state a contatto con una persona Covid positiva (o che rientrano dall’estero) ma non hanno ancora fatto il tampone e non hanno sintomi. Sono invece 454 i casi usciti dall’isolamento domiciliare o dalla sorveglianza attiva nell’ultima giornata (12 ad Argenta, 13 a Bondeno, 56 a Cento, 4 a Codigoro, 27 a Comacchio, 17 a Copparo, 246 a Ferrara, 6 a Fiscaglia, 4 a Lagosanto, 1 a Masi Torello, 2 a Mesola, 1 a Ostellato, 12 a Poggio Renatico, 4 a Portomaggiore, 18 a Riva del Po, 16 a Terre del Reno, 4 a Tresignana, 8 a Vigarano Mainarda e 3 a Voghiera).

Fra i dipendenti dell’ospedale S. Anna di Ferrara 33 dipendenti risultano attualmente positivi a Covid-19.

In provincia di Ferrara, dall’inizio della pandemia ad oggi, i casi positivi a Covid-19 sono stati 4.427, di cui 146 residenti fuori dalla provincia estense.