Giudizio complessivamente positivo sul rispetto, da parte del sistema scolastico provinciale, di norme e raccomandazioni, nazionali e regionali, in materia di prevenzione e contenimento della diffusione del COVID-19

Le problematiche connesse all’imminente avvio del nuovo anno scolastico, era il tema al centro della riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è tenuta nella mattina di ieri, mercoledì 9 settembre 2020, nella Prefettura di Ferrara.
Presieduto dal Prefetto di Ferrara Michele Campanaro, all’incontro sono intervenuti il consigliere Gino Soncin per la Provincia, l’Assessore del Comune di Ferrara alla Pubblica Istruzione e Formazione, Pari Opportunità, Politiche Familiari Dorota Kusiak, il Sindaco di Cento Fabrizio Toselli, il Dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale Giovanni Desco, il Questore Cesare Capocasa, il Comandante provinciale dei Carabinieri Gabriele Stifanelli e il Comandante provinciale della Guardia di Finanza Cosimo D’Elia. Erano, inoltre, presenti l’Assessore alla sicurezza del Comune di Cento Antonio Labianco, il Comandante della Polizia Municipale di Cento Fabrizio Balderi e l’Ispettore superiore della Polizia Municipale di Ferrara Daniela Catozzi.

Nel corso della riunione è stato preliminarmente esaminato il progetto presentato dal Comune di Cento in adesione all’iniziativa del Ministero dell’Interno “Scuole sicure”, con un finanziamento di € 21.011,27 da impiegare in attività di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi degli istituti scolastici. Nell’elaborato progettuale presentato dall’Amministrazione comunale centese, che ha ricevuto la piena approvazione da parte dei componenti del Comitato, sono previsti l’acquisto di un’autovettura e di strumentazioni di radiocollegamento per il personale della Polizia Locale impegnato nei servizi di vigilanza nei pressi delle scuole, oltre al finanziamento di campagne informative rivolte a studenti e genitori degli istituti di istruzione secondaria di primo e secondo grado, da realizzare in stretta collaborazione con le Forze di polizia territoriali. 

In relazione, poi, alla imminente riapertura delle scuole prevista per lunedì 14 settembre prossimo, prendendo le mosse dall’ultimo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 7 settembre scorso, il Prefetto Campanaro ha richiamato anzitutto l’attenzione dei presenti sulla necessità massima, pur nel rispetto delle autonomie scolastica e territoriali, dell’impegno e della collaborazione inter-istituzionali. In quest’ottica, partendo dall’ampia ed articolata relazione del Dirigente scolastico provinciale incentrata sulle soluzioni messe in atto per garantire le misure del distanziamento sociale all’interno degli edifici scolastici e sui mezzi di trasporto pubblico locale, si è fatta con gli amministratori locali una puntuale ricognizione della situazione a livello provinciale che, salve limitate misure in corso di definizione entro questa settimana, ha consentito un giudizio complessivamente positivo sul rispetto, da parte del sistema scolastico provinciale, di norme e raccomandazioni, nazionali e regionali, in materia di prevenzione e contenimento della diffusione del COVID-19. Una attenzione particolare à stata dedicata alle misure preventive da realizzare con il concorso di Forze di Polizia, Polizie Locali ed associazioni di volontariato, per impedire situazioni di assembramento degli studenti in prossimità delle fermate dei mezzi di trasporto; sul punto, il Prefetto ha disposto l’attivazione di specifico tavolo tecnico in Questura.

“L’imminente apertura del nuovo anno scolastico non deve farci trovare impreparati ed in questo senso mi rassicurano i contributi portati a questo tavolo dalle diverse Istituzioni coinvolte, che ho molto apprezzato per il grande lavoro realizzato in tempi particolarmente stretti – ha concluso il Prefetto Campanaro -. Ci aspettano ancora sfide impegnative, ma sono certo che con la partecipazione e la responsabilità condivisa di tutti, come accaduto sinora, sapremo senz’altro superarle. In questo momento, la sicurezza degli studenti e del personale scolastico resta il primo obiettivo da perseguire e, in questa direzione, saranno profusi tutti gli sforzi necessari”.