stabile abbandonato nella zona retrostante la Stazione ferroviaria di Ferrara (foto d'archivio)

Firmata dal sindaco di Ferrara Alan Fabbri un’ordinanza che obbliga la società alla messa in sicurezza degli immobili entro 10 giorni

Il sindaco di Ferrara Alan Fabbri ha firmato ieri, giovedì 27 agosto 2020, un’Ordinanza (PG n.88380) che obbliga la società BS Invest srl di Brescia a procedere – entro dieci giorni dalla notifica del provvedimento – alla messa in sicurezza degli immobili abbandonati ubicati in via Scalambra-via Maffi sull’area a ridosso dei canali Boicelli e Volano, dei quali è proprietaria.

Il Provvedimento sindacale nasce dalla valutazione della necessità di “attuare senza indugio per l’area e gli immobili in oggetto i necessari ed improcrastinabili interventi di messa in sicurezza al fine di trovare soluzione a: rischio di incendio, rischio sanitario, incolumità verso terzi, accesso ed occupazione abusiva“.

Con l’Ordinanza si ordina pertanto ai proprietari degli immobili (società BS Invest srl – Brescia) “di provvedere a eseguire immediatamente e comunque entro 10 giorni dalla notifica del presente provvedimento al ripristino delle condizioni di sicurezza e quant’altro sia richiesto per tutelare la pubblica incolumità. In particolare:

  • Realizzazione di adeguata recinzione del cantiere mediante posa in opera di presidi atti ad impedirne lo scavalcamento;
  • Posa in opera di segnaletica a norma di legge indicante il divieto di accesso;
  • Rimozione di arbusti, rovi, materiali abbandonati e quant’altro possa determinare rischio di incendio, decoro ed inquinamento;
  • Presidi atti ad impedire l’accesso agli immobili abbandonati mediante realizzazione di tamponatura degli accessi ed ogni tipo di apertura. Tutti i lavori di messa in sicurezza delle aree e dei fabbricati dovranno essere eseguiti sotto la direzione di tecnico abilitato.

L’ordinanza non esime la Società proprietaria dal completamento delle opere come da convenzione“.

Con questa Ordinanza del Sindaco – sottolinea il vice sindaco e assessore alla Sicurezza e Frazioni Nicola Lodi – diamo corso alle richieste dei cittadini di via Scalambra che ci hanno segnalato una situazione insostenibile, ben verificata dall’Amministrazione insieme alle Forze dell’Ordine. Questi palazzi abbandonati da anni in questo stato di degrado hanno dato origine all’ordinanza, grazie anche alla collaborazione tra le istituzioni cittadine, e va nella direzione di portare più tranquillità e decoro urbano in una zona da troppo tempo dimenticata. Terminati i 10 giorni previsti nell’ordinanza, se la società proprietaria degli immobili non avrà ottemperato a quanto prescritto, come Amministrazione comunale siamo già pronti, con costi a carico dei titolari, per procedere con interventi di illuminazione, sfalcio e messa in sicurezza di una zona ormai pericolosa“.