Interventi di sfalcio in Corso Giovecca

Primi interventi straordinari anche sui marciapiedi di città e frazioni: rimozione dell’erba in corso Giovecca, Foro Boario, Barco, Gaibanella, Fossanova San Marco e Malborghetto

Un piano straordinario per gli sfalci dell’erba: saranno attivate nei prossimi giorni nuove squadre per potenziare gli interventi. E’ quanto è emerso nella mattina di ieri da un tavolo di confronto tra il vicesindaco di Ferrara Nicola Lodi, l’assessore Andrea Maggi e il presidente di Ferrara Holding Servizi Luca Cimarelli. 

 “Al calendario ordinario degli sfalci aggiungeremo l’azione di nuove squadre di lavoro, con interventi puntuali. Il nostro territorio, che può vantare parchi, aree verdi e ciclabili, necessita di particolari interventi”, annuncia l’assessore Maggi. Il piano straordinario degli sfalci farà parte di un più vasto ‘pacchetto’ integrato di interventi straordinari per il decoro urbano, “che prevede – anticipa Maggi – un programma molto più esteso e capillare sia per la  manutenzione sia per gli sfalci, con particolare riguardo a ciclabili, marciapiedi e parchi pubblici“.

Adottiamo nuove soluzioni per far fronte a esigenze straordinarie, anche dovute alle particolari condizioni climatiche. Stiamo raccogliendo le segnalazioni. Partiremo dai casi più urgenti e più critici per poi affrontare le diverse situazioni“, aggiunge Lodi. 

Questa mattina, giovedì 13 agosto, operai del settore lavori pubblici del Comune hanno rimosso erba dai marciapiedi in corso Giovecca. In giornata squadre sono intervenute anche a Gaibanella, Fossanova San Marco, Malborghetto, al Barco e in zona Foro Boario. E, a seguito del vertice convocato dall’Amministrazione con Ferrara Tua, da lunedì 17 agosto saranno attivate due squadre di diserbo, e una nuova task force di 4 gruppi di lavoro potenzierà gli interventi tra città e frazioni. Partirà anche un’opera straordinaria di manutenzione nei cimiteri.

Ferrara Tua – spiega l’assessore Andrea Maggi – è titolare di un appalto che scade quest’anno. Stiamo lavorando per fare in modo che il prossimo appalto garantisca prati, parchi, ciclabili, aree verdi tagliate costantemente a dovere, a prescindere dal numero di interventi, anche nei periodi in cui il clima può rendere necessari maggiori lavori di manutenzione. In questa fase stiamo investendo nuove e ingenti risorse per intervenire in una situazione che ha portato condizioni eccezionali, a cui stiamo facendo fronte con un potenziamento dei servizi“.