La donazione, da sx Lucia Giorgetti, Savino Iacoviello, Antonino Porcino, Silvia Trevisani

Il tutto è nato da un’idea di Antonio Porcino, dipendente del S. Anna, che ha avviato una raccolta fondi sulla piattaforma “Gofoundme”

E’ avvenuta oggi, venerdì 10 luglio, la consegna dei 100 test sierologici donati dalla Protezione Civile di Ostellato che permetteranno di individuare la presenza degli anticorpi al virus Sars-CoV-2 in pazienti e operatori dell’ospedale di Cona. Alla consegna, per l’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara, erano presenti il Direttore Sanitario Facente Funzione Lucia Giorgetti e il Direttore Amministrativo Facente Funzione Savino Iacoviello.

Ed è stato lo stesso ideatore dell’iniziativa Antonino Porcino, dipendente del S. Anna (Reparto Rianimazione), assieme alla Presidente dell’Associazione Volontari Protezione Civile di Ostellato Silvia Trevisani, a formalizzare questa generosa donazione.

Il sig. Porcino ha avviato una raccolta fondi per mezzo della piattaforma Gofoundme, al fine di devolvere il ricavato per l’acquisto di test sierologici. L’obiettivo è stato raggiunto, grazie alla collaborazione con l’Associazione di Protezione Civile AVPCO che ha fatto da tramite per l’acquisto dei test.

“Non è stato facile muoversi in un campo, come quello sanitario, che esula dalle emergenze – si legge nella nota di AVPCO – che in ambito di Protezione Civile, si è chiamati ad operare. Ma grazie al Presidente dell’Associazione Giulia, Michele Grassi, e a Stefano Matteucci dell’Amministrazione del CAVPCFE, siamo riusciti ad individuare il fornitore dell’Azienda Sanitaria e a formalizzare l’acquisto. Si tratta di un piccolo gesto di generosità e rappresenta la volontà che assieme possiamo migliorare la nostra società”.