L’uomo già colpito dalla misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare

Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Stazione di Renazzo hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia un 40enne centese, già colpito, spiega l’Arma in una nota stampa, dalla misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare: in precedenza si era reso autore di numerose violenze e soprusi, in danno dell’anziana madre pensionata. Nella giornata di ieri l’uomo si è ripresentato presso l’abitazione della donna e in preda ad un improvviso raptus di collera si è scagliato con violenza all’indirizzo della donna che veniva violentemente percossa con calci e pugni. Quest’ultima, in preda al panico, chiedeva soccorso ad una vicina che, udite le urla e temendo il peggio, allertava il numero di Pronto Intervento “112”. I militari della Stazione di Renazzo, unitamente ad un equipaggio del Nucleo Radiomobile del Comando Compagnia, accorrevano prontamente sul posto e, dopo aver soccorso la donna, riuscivano ad intercettare l’uomo il quale, udite le sirene delle autoradio in arrivo, si dava alla fuga tentando di nascondersi all’interno di un bar poco distante. Raggiunto dai militari, il 40enne veniva ammanettato e condotto in Caserma da dove, espletate le formalità di rito, veniva successivamente tradotto presso la Casa Circondariale di Ferrara a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. L’anziana donna, a seguito delle contusioni riportate, veniva trasportata dal personale del “118” presso il Pronto Soccorso dell’ospedale di Cento per le cure del caso e successivamente dimessa con una prognosi di 15 giorni.