Domani il riconoscimento ufficiale

“Da domani Comacchio è più vicina a Venezia. E’ una data storica quella del 9 giugno. Il Delta del Po riceve a Parigi il riconoscimento di territorio accreditato a fare parte del network internazionale delle riserve della biosfera dell’Unesco”. Commenta così il presidente di Ascom Comacchio Gianfranco Vitali, con forte soddisfazione per il riconoscimento Unesco al il parco del Delta, considerato chiave di volta per lo sviluppo a Comacchio, e prosegue: “Finalmente il Delta è stato riconosciuto come unica entità naturale e turistica ed entra a pieno titolo nella elitè mondiale dei parchi protetti”.

Sulla scia dell’entusiasmo interviene anche il direttore generale dell’Associazione di categoria, Davide Urban, che ricorda:”Ascom Confcommercio ha richiesto in più occasioni e tra i primi in senso assoluto la creazione di un unico parco interregionale: questo riconoscimento Unesco può essere la chiave di volta per arrivare a questo importante obiettivo e ci auguriamo che l’entrata nel Mab acceleri senza indugio questo processo”.

“Tre in particolare saranno i vantaggi- riprende Vitali- in primis il prestigioso marchio Unesco riconosciuto in tutto il mondo consentirà di entrare nei circuiti importanti con un’offerta naturalistica straordinaria, attirando clienti tutto l’anno. In secondo luogo in questa nuova situazione e con il superamento dei confini regionali, Comacchio si potrà vendere concretamente come località vicina a Venezia. Insomma saremo un centro strategico nel marketing turistico con tempi di percorrenza che sono gli stessi come andare a Rimini. Infine, -conclude Vitali- il Delta unico si trova al centro delle due regioni turistiche italiane più importanti, Emilia Romagna e Veneto, con 100 milioni di presenze, pertanto non saremo più “terre di confine” ma il “polmone verde” sull’ Adriatico. In definitiva si apre una stagione ricca di sviluppi turistici per Comacchio ed il Delta”.