Lunedì 18 marzo il convegno L’acqua che scorre
Una foto del delta del Po

Presso la Manifattura dei Marinati di Comacchio

L’acqua dolce come risorsa essenziale per lo sviluppo del territorio, la difesa ambientale e la biodiversità. Questo il tema del convegno “L’acqua che scorre” che si terrà lunedì 18 marzo, dalle 10 alle 13.30, presso la Manifattura dei Marinati di Comacchio. L’evento è organizzato dal Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara in collaborazione con Anbi, Parco del Delta del Po Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del Fiume Po e Comune di Comacchio.

Davvero molto ricco il programma del convegno, grazie alla partecipazione di rappresentanti istituzionali e tecnici che faranno il punto sulla gestione e valorizzazione delle acque e sulle infrastrutture necessarie al territorio per garantire la conservazione e la disponibilità di risorsa idrica di qualità per l’irrigazione e le attività produttive.

Apriranno il convegno i saluti istituzionali di Pierluigi Negri, sindaco del Comune di Comacchio; Aida Morelli, presidente del Parco del Delta del Po; Stefano Calderoni, presidente del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara; Massimo Piva, vicepresidente di Cia-Agricoltori Italiani Ferrara; Federico Fugaroli, presidente Coldiretti Provincia di Ferrara; Francesco Manca, presidente di Confagricoltura Provincia di Ferrara e Massimo Marchiesello, prefetto di Ferrara. A chiudere la prima parte istituzionale saranno gli interventi di Irene Priolo, assessore all’Ambiente, Difesa del suolo e della costa, Protezione civile Regione Emilia-Romagna e dei rappresentanti del ministero delle Infrastrutture e Trasporti e dell’Agricoltura e Sovranità Alimentare.

Il convegno entrerà poi nel vivo con una serie di relazioni dedicate all’importanza del fiume e Po e del suo Delta per la crescita del territorio, con un focus sull’alto valore del Parco sia dal punto di vista ambientale che turistico. Interverranno: Alessandro Bratti, Segretario Generale Autorità Distrettuale Fiume Po con che analizzerà “L’acqua che arriva”; Giuseppe Castaldelli, docente di Ecologia e Biologia dell’Università di Ferrara con un intervento su “L’acqua che scorre”; Micol Mastrocicco, docente di Idrogeologia Ambientale, Università della Campania con “L’acqua per l’ambiente” e poi Giancarlo Gusmaroli, esperto di governance locale e contratti di fiume con un approfondimento su “L’acqua come risorsa e sviluppo”.

Nella seconda parte del convegno si parlerà, invece, di opere infrastrutturali per la gestione delle acque, con le soluzioni introdotte grazie ai fondi del Pnrr e quelle ancora necessarie nel futuro. Aprirà i lavori Mauro Monti, direttore generale del Consorzio Pianura di Ferrara, che farà il punto sugli interventi del Consorzio in fase di realizzazione e in partenza, realizzati grazie ai fondi del Pnrr. A seguire: Attilio Toscano del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con un intervento su “Pnrr per le infrastrutture d’acqua; Massimo Gargano, direttore nazionale ANBI con un focus su “Pnrr oggi e per il futuro: le soluzioni dei Consorzi e di ANBI” e Francesca Coniglio, dirigente DISR, Infrastrutture irrigue e gestione dell’acqua a fini irrigui del ministero dell’Agricoltura e della Sovranità Alimentare che parlerà di “Pnrr per l’agricoltura e il futuro”. Chiuderà il convegno dedicato a quella che è certamente una risorsa vitale per il territorio, Francesco Vicenzi, presidente nazionale di ANBI. L’incontro sarà moderato dal direttore de “Il Resto del Carlino”, Cristiano Bendin.