“Troppo a lungo si è data per scontata la tenuta del sistema”

È un momento difficile, fa paura vedere il Po in queste condizioni: sono giorni decisivi per le nostre produzioni e servono scelte unitarie, che vadano nella direzione comune di uscire dall’emergenza e di dare una risposta strutturale alla cronica mancanza di acqua stagionale, che quest’anno ha assunto contorni drammatici“. Con queste parole il sindaco di Ferrara Alan Fabbri è intervenuto questa mattina in onda su Rainews24 al programma Mattina24. “Per questo ho sollecitato anche momenti di confronto con, e tra, gli enti locali, che auspichiamo avvengano con celerità: serve raccordare le scelte e le misure, evitando frazionamenti. L’appello per la richiesta dello stato di emergenza è stato accolto, ora ci aspettiamo il massimo coinvolgimento dei sindaci e delle associazioni, per dare risposte immediate e anche per ragionare sul futuro e per uscire da logiche di emergenza continua“.

Troppo a lungo – ha detto il sindaco – si è data per scontata la tenuta del sistema, ma quando, come quest’anno, la situazione si è fatta particolarmente critica, il sistema ha mostrato tutti i suoi limiti, tra inadeguatezza infrastrutturale nella raccolta dell’acqua piovana, sprechi e perdite. Abbiamo il dovere di tutelare e adattare ai tempi un tessuto idraulico realizzato nei secoli, che ha fatto delle nostre terre luoghi di produzioni di eccellenza. Da qui discende la tutela del lavoro, delle imprese, del prodotto, dell’agricoltura, dell’ambiente“.