Il dott. Giampiero Dolci

La durata dell’incarico sarà di 5 anni a partire dall’1 ottobre 2023

Il dott. Giampiero Dolci è stato nominato direttore dell’Unità operativa di “Chirurgia Toracica” dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara, Struttura che si inserisce nell’ambito del Dipartimento “Chirurgico” ad Attività Integrata.  La durata dell’incarico sarà di cinque anni, a partire dal primo ottobre.

Prima di assumere questo incarico a Ferrara il professionista prestava servizio come Responsabile del Programma Trapianto Polmone del S. Orsola di Bologna: incarico in essere a partire dal 2020. In precedenza il dott. Dolci, a partire dal 2008, ha sempre operato come Dirigente medico di Chirurgia Toracica presso il nosocomio bolognese. Laureato a pieni voti all’Università degli Studi di Bologna nel 2003, ha dapprima frequentato l’Istituto Ortopedico Rizzoli, per poi passare al Servizio di Chirurgia Toracica dell’Università degli Studi di Bologna e, dal 2004 al 2008, presso la Scuola di Specializzazione in Chirurgia Toracica dell’Università degli Studi di Bologna, dove ha conseguito il Diploma di specialista in chirurgia toracica con il massimo dei voti.

Ha approfondito la propria esperienza chirurgica presso diversi ospedali europei nell’ambito dell’attività mininvasiva e trapiantologica con un periodo di circa due anni presso l’ospedale universitario di Parigi Marie Lannelongu

Da luglio 2004 a febbraio 2020 ha eseguito 3709 interventi di Chirurgia toracica, da primo e secondo operatore, ed ha partecipato a 143 trapianti polmonari e 175 espianti. Continua partecipazione a congressi, corsi di aggiornamento e studi multicentrici. Il professionista ha sempre portato attenzione alle nuove tecnologie ed organizzazione di incontri per lo sviluppo del programma trapianti. E’ stato promotore della procedura “x-vivo” per la riperfusione di organi e del percorso donazione a cuore non battente per l’espianto polmonare presso il Policlinico S. Orsola – Malpighi.

Nel maggio 2016 il dott. Dolci è stato premiato “marchigiano dell’anno”, riconoscimento conferito annualmente dal Ce.S.Ma e nel giugno 2019 gli è stata consegnata onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana.