Gianandrea Noseda sul podio della European Union Youth Orchestra, solista Beatrice Rana

Ritorna Ferrara Musica al Teatro Comunale di Ferrara con un concerto di piena estate, vera e propria anteprima della stagione 2020/2021. Come nel 2018 sarà l’EUYO diretta da Gianandrea Noseda a esibirsi stasera, venerdì 21 agosto, alle 21.15, con la partecipazione della pianista Beatrice Rana. Un evento che riproporrà una delle soliste più apprezzate a livello internazionale, della cui crescita artistica il pubblico di Ferrara è stato testimone dal 2014 con applauditissimi recital solisti. Le orchestre e i direttori con cui si è esibita sono tra i più importanti al mondo. 

Beatrice Rana

Il programma scelto dall’European Union Youth Orchestra sotto la prestigiosa guida di Gianandrea Noseda, prevede la Terza Sinfonia di Franz Schubert, una delle pagine più energiche e spensierate del suo autore, scritta ad appena diciotto anni nel 1815. Sarà preceduta nella prima parte dal Terzo Concerto per pianoforte e orchestra di Ludwig van Beethoven, in omaggio al duecentocinquantenario della sua nascita. Vero e proprio spartiacque di questo genere nel catalogo beethoveniano, teatrale e romantico, trova nel Largo centrale uno tra i momenti espressivi più alti di tutta la produzione di Beethoven. 

Direttore musicale della National Symphony Orchestra di Washington e direttore artistico delle Settimane musicali di Stresa, dopo l’esperienza al vertice del Regio di Torino, Gianandrea Noseda diventerà dal 2021 General Musik Direktor dell’Opernhaus di Zurigo. 

L’organizzazione del concerto del 21 agosto tiene conto delle norme di sicurezza anti-covid per pubblico ed esecutori. Gli spettatori saranno collocati nei palchi e i trenta giovani e selezionatissimi orchestrali troveranno spazio in platea: Simone Bernardini, Giulia Bellingeri, Barbara Broz, Davide Gaspari, Eugenio Sacchetti, Alice Notarangelo, Samuel Cutajar, Davide Dalpiaz, Eva Ghelardi, Lucrezia Costanzo, Stefan Calleja e Cristina Cazac violini; Margherita Fanton, Federico Carraro, Leonardo Jelveth e Ignazio Alazya viole; Fabio Fausone, Anna Tonini-Bossi, Pietro Scimeni e Daniele Lorefice violoncelli, Michelangelo Mercuri e Nicolò Zorzi contrabbassi; Matteo Sampaolo e Agnese Lecchi flauti; Maria Demetz e Linda Sarcuni oboi; Daniel Roscia e Martino Moruzzi clarinetti; Carmen Maccarini e Giulia Cadei fagotti; Achille Fait e Stefano Cardiello corni; Eugenio Valle, Giovanni Gardinella e Davide Testa trombe.

I biglietti ancora disponibili saranno acquistabili sul sito di Ferrara Musica e alla Biglietteria del Teatro, aperta dalle 16.30 sino a inizio concerto. Due le fasce di prezzo: 35 euro per palchi di primo, secondo e terzo ordine, 28 euro per quarto ordine e loggione. I giovani fino a 30 potranno entrare a 17.50 o a 14 euro, a seconda del posto prescelto, e i giovanissimi fino a 20 anni a 9 euro. 

Info: www.ferraramusica.it – tel. 0532 202675