Nuova ordinanza del presidente Bonaccini: obbligatoria la prenotazione on line o telefonica

Da domani, lunedì 27 aprile, entrerà in vigore l’ordinanza regionale E/R n. 69 del 24.04.2020, che consentirà il ritorno alla vendita di cibo da asporto (take away) da parte degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande e da parte di attività artigianali (ad esempio rosticcerie, friggitorie, gelaterie, pasticcerie, pizzerie al taglio). Sono esclusi gli esercizi e le attività localizzati in aree o spazi pubblici in cui è vietato/interdetto l’accesso. La vendita per asporto sarà consentita solo tramite l’ordinazione online o telefonica, garantendo così che gli ingressi per il ritiro dei prodotti avvengano per appuntamenti, dilazionati nel tempo, allo scopo di evitare assembramenti all’esterno e consentendo nel locale la presenza di un cliente alla volta, assicurando che permanga il tempo strettamente necessario alla consegna e al pagamento della merce e nel rispetto delle misure di distanziamento sociale. Negli esercizi attrezzati, il ritiro potrà avvenire anche dall’auto. Cibi e bevande non potranno in alcun modo essere consumata sul posto.

L’ultima ordinanza del Presidente Bonaccini consente anche il via libera all’attività da parte degli esercizi di toelettatura degli animali di compagnia, purché il servizio venga svolto per appuntamento, senza il contatto diretto tra le persone, e comunque in totale sicurezza nella modalità “consegna animale-toelettatura-ritiro animale”, utilizzando i mezzi di protezione personale e garantendo il distanziamento sociale.

La Polizia di Stato controllerà capillarmente il rispetto della deroga ripristinata al fine di verificare l’assembramento degli utenti che devono rispettare il cosiddetto “distanziamento sociale” all’interno degli esercizi pubblici.