Gli organizzatori rinviano la data della 48esima edizione come segno di speranza

È quasi mezzo secolo che per Ferrara la festività del Primo Maggio è sinonimo di Giro Podistico delle Mura. Ma quest’anno non sarà così. L’emergenza che stiamo vivendo, e che ha di fatto paralizzato il mondo intero, ha costretto gli organizzatori a rinunciare, considerando che ad oggi prevedere quando si potrà tornare a correre insieme è molto difficile. Ciò non significa però che il Giro non ci sarà: gli organizzatori della Polisportiva Doro con la Uisp hanno infatti deciso di rinviare l’evento al 12 luglio.

È stata una scelta fortemente ragionata, un segnale di ottimismo in un periodo difficile, nel quale la stessa figura del runner è stata fortemente messa in discussione – affermano gli organizzatori –. Si tornerà a correre, questo è certo e scegliere una data come quella del 12 luglio è soprattutto un auspicio che si possa fare presto, certamente nelle massime condizioni di sicurezza per ognuno“.

Quel giorno, se si potrà, sono previsti quattro modi per partecipare: la gara competitiva di 12,5 km, la prova di Nordic Walking sulla medesima distanza, i 7 km non agonistici oppure al termine della prova scelta cimentarsi anche nel miglio in retrorunning.

La campagna per le iscrizioni inizierà appena si avrà la certezza della data, intanto sulla pagina FB del Giro è in atto un simpatico concorso che premierà con l’adesione gratuita chi otterrà il maggior numero di like con la foto della propria partecipazione alla corsa, indicando l’anno e inserendo l’hashtag #ilmiogirodellemura #primomaggio L’appuntamento è per il 12 luglio o, nella malaugurata ipotesi si debba ancora stare fermi, al prossimo anno, quando si tornerà alla data simbolo della Festa del Lavoro. L’importante però, in questo momento, è crederci fortemente, perché ripartire si deve.

Per informazioni: Asd Doro, tel. 0532.55535, www.poldoro.it