Risultati positivi 32 nuovi casi

In provincia di Ferrara, nella domenica di Pasqua, due decessi si aggiungono alla triste lista di persone scomparse a causa di Covid-19. Due donne sono spirate nella giornata di oggi, 12 aprile, presso l’ospedale di Cona: si tratta di una 83enne di Poggio Renatico e di un’anziana di 94 anni residente ad Argenta. A questi si aggiunge anche il decesso, avvenuto ieri 11 aprile, di un uomo, sempre residente ad Argenta, di 94 anni. I due anziani di Argenta erano entrambi ospiti della casa residenziale “Manica” di Argenta, dove sono in tutto 3 le persone decedute per coronavirus.

Sale così a 67 il totale dei decessi di persone positive a Sars-Cov-2 nel ferrarese. Tra questi 8 erano residenti fuori dalla provincia estense e 2 fuori dalla Regione Emilia-Romagna. 57 invece i ferraresi scomparsi dall’inizio dell’epidemia: 18 di Ferrara, 10 di Cento, 2 di Voghiera, 1 di Goro, 3 di Poggio Renatico (2 erano ospiti di una casa famiglia), 2 di Copparo, 1 di Ostellato, 2 di Fiscaglia, 11 ad Argenta (6 residenti ad Argenta, 2 ospiti della casa residenziale “La Fiorana”, 3 ospiti della casa residenziale “Manica”), 1 di Codigoro, 1 di Mesola, 1 di Terre del Reno, 2 di Bondeno, 1 di Jolanda di Savoia e 1 di Tresignana.

Oggi, fra i 90 tamponi refertati, si sono registrati 32 nuovi casi positivi. Rimangono in attesa di referto altri 121 tamponi.

Sono 23 le persone ricoverate nelle ultime 24 ore negli ospedali della provincia ferrarese risultate positive al virus o per cui si sospetta la positività. All’ospedale di Cona sono stati ricoverati 19 nuovi pazienti, di cui uno in terapia intensiva; mentre all’ospedale di Lagosanto vi sono 2 nuovi ricoveri risultati positivi al virus. All’ospedale di Cento sono poi state ricoverate altre 2 persone per cui si sospetta il contagio.

Altre 11 nuovi casi positivi si trovano al proprio domicilio, fra questi 2 sono residenti fuori provincia.

Nell’ultima giornata sono poi entrate in isolamento domiciliare 25 persone: si tratta di persone che sono entrate a contatto con una persona Covid positiva, o che sono rientrati dall’estero, ma non hanno ancora fatto il tampone e non presentano sintomi. Altri 7 sono poi entrati in sorveglianza telefonica: fra questi ci sono persone che hanno avuto un “contatto di un contatto”, asintomatici, monitorate dal Dipartimento di Sanità Pubblica Usl, ogni giorno per due settimane. 79 residenti in provincia di Ferrara sono usciti dall’isolamento domiciliare o dalla sorveglianza telefonica. Nella giornata di ieri, 11 aprile, 9 persone sono state dimesse dall’ospedale di Cona in quanto guarite dal virus.

Complessivamente sono 105 le persone che, a partire dal 13 marzo 2020 e fino a ieri sono state dimesse dall’Ospedale di Cona.

Per i dipendenti dell’ospedale di Cona oggi sono stati refertati 75 nuovi test sierologici, e fra questi nessuno è risultato positivo.

Nell’aggiornamento fornito dalla Regione Emilia-Romagna, risultano 616 le persone positive nel ferrarese.

 

AGGIORNAMENTO REGIONALE

20.098 i casi positivi in Emilia-Romagna, 463 in più rispetto a ieri. I casi lievi in isolamento a domicilio sono 8.812. Continuano a salire le guarigioni, che arrivano complessivamente a 3.862 (+203), e a diminuire i ricoveri

Quasi 5mila i test effettuati. Scende ancora il numero dei pazienti nelle terapie intensive – sono 335 (-6 rispetto a ieri) – e dei ricoverati negli altri reparti Covid: 3.491 (-39). I decessi sono 2.564, 83 in più.

 

AGGIORNAMENTO NAZIONALE

Sul territorio nazionale al momento 102.253 persone risultano positive al virus. Ad oggi, in Italia sono stati 156.363 i casi totali.

Sono 34.211 le persone guarite (+1.677). I deceduti sono 19.899 (+431).