Possibili disagi nei servizi sanitari

Lo sciopero indetto per venerdì 27 settembre 2019 potrebbe causare disagi per gli utenti dell’Ospedale di Cona e le Azienda USL di Ferrara.

Lo sciopero è stato proclamato dall’Associazione Sindacale U.S.I. (Unione Sindacale Italiana), con l’adesione dei Sindacati di Comparto e Categoria aderenti alla stessa Confederazione nazionale U.S.I., dall’Associazione Sindacale USB – Unione Sindacale di Base e COBAS Lavoro Privato.

Durante la giornata di venerdì lo sciopero generale nazionale riguarderà tutto il personale a tempo indeterminato e determinato, con contratti precari e atipici, di tutti i comparti aree pubbliche, compresa scuola e Università e le categorie del lavoro privato e cooperativo per l’intera giornata.

 

Saranno comunque garantiti i servizi di assistenza sanitaria d’urgenza (attività chirurgica solo d’urgenza, le prestazioni di terapia intensiva, i servizi di trasporto del 118, le unità coronariche, il Pronto Soccorso e tutto ciò che è legato alle urgenze) ed ordinaria per i pazienti ricoverati.

Per quanto riguarda invece utta l’attività programmata (attività specialista ambulatoriale prenotata tramite il Cup o dai reparti) non è garantita ma è strettamente in correlazione all’adesione allo sciopero.

 

Come prevedono le norme vigenti saranno garantiti i servizi minimi essenziali e in particolare le urgenze, mentre le attività programmabili potranno subire riduzioni conseguenti all’adesione allo sciopero.