Lunedì 19 dicembre

Sarà celebrato lunedì 19 dicembre alle 11 nell’Aula Magna di Palazzo Trotti Mosti, sede del Dipartimento di Giurisprudenza di Ateneo, (c.so Ercole I D’Este, 37), il 626° Anno Accademico dell’Università di Ferrara, fondata il 4 marzo 1391  dal marchese Alberto V d’Este, su concessione di Papa Bonifacio IX, con la Bolla papale istitutiva “In Supreme Dignitatis”.

Come è spiegato in una nota dell’Università, il programma della cerimonia prevede, dopo la sfilata istituzionale del Corteo del Corpo Accademico di Unife, la relazione del Rettore Giorgio Zauli, la dichiarazione ufficiale di apertura del nuovo anno e gli interventi del Presidente del Consiglio degli Studenti, Alessandro Balboni e del Presidente del Consiglio del Personale tecnico-amministrativo, Ingrid Colombari .

Prolusore d’eccezione quest’anno sarà il Prof. Dino Amadori, Direttore Scientifico dell’Istituto Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori, IRST, Meldola (FC), che intratterrà il pubblico sul tema “L’evoluzione dell’Oncologia – Dall’approccio empirico alla Medicina di precisione”.

Nel corso della cerimonia si terrà inoltre la consegna dei titoli di Professore Emerito a Roberto Pompoli, già Ordinario di Fisica tecnica ambientale e di Professoressa Onoraria a Maria Vita De Giorgi, già Ordinario di Diritto privato.

Due importanti riconoscimenti conferiti dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, che premiano l’intera  carriera accademica, contraddistinta da un lungo impegno didattico, scientifico, istituzionale.

Come da tradizione, il Coro dell’Università di Ferrara, diretto dal Maestro Francesco Pinamonti, aprirà ufficialmente l’anno di studio con l’inno universitario internazionale “Gaudemaus igitur”. Non mancherà inoltre l’appuntamento con i Gogliardi dell’A.F.U. Associazione Ferrarese Universitaria de li 4S, che vedrà il Duca consegnare il consueto ‘dono’ nelle mani del Magnifico Rettore.

L’Ateneo realizzerà un video-redazionale che ritrarrà backstage e momenti salienti della giornata e che sarà trasmesso sul canale UnifeTV,  disponibile nella home page dell’Università.