A Vigarano Mainarda. Una donna ha fatto credere di essere un’ impiegata postale. I consigli dei Carabinieri per difendersi

Alla Stazione Carabinieri di Vigarano Mainarda è stata denunciato il furto, mediante raggiro, perpetrata in danno di un’anziana ad opera di una malfattrice qualificatasi come impiegata postale. Come spiega l’Arma in una nota, la malvivente – fingendo di dover effettuare la verifica delle banconote -  ha convinto l’anziana a mostrarle denaro e monili in oro; approfittando della distrazione della 84enne se ne impossessava dileguandosi a piedi subito dopo. Il danno complessivo è corso quantificazione. Sono intervenuti i Carabinieri per il sopralluogo e le indagini relative.

 

I Carabinieri del Comando Provinciale di Ferrara, prendendo spunto da questo furto con raggiro commesso ai danni di unapersona anziana, forniscono ulteriori consigli utili per prevenire truffe, raggiri e furti in danno di anziani e, più in generale, per contrastare i reati contro il patrimonio.

 

10 consigli utili per sentirsi più sicuri:

  1. Non aprite la porta di casa a sconosciuti anche se vestono un’uniforme o dichiarano di essere dipendenti di aziende di pubblica utilità;

  2. Verificate sempre con una telefonata da quale servizio è stato mandato l’operaio che bussa alla vostra porta e per quale motivo. Se non ricevete rassicurazione non aprite per nessuna ragione;

  3. Ricordate che nessun Ente manda personale a casa per verificare impianti di qualsiasi tipo (idrico, elettrico, del gas, etc.) o per il pagamento delle bollette, per rimborsi o per controllare o sostituire banconote false date;

  4. Non fermatevi mai per strada per dare ascolto a chi vi offre facili guadagni o affari o a chi vi chiede di poter controllare i vostri soldi anche se è una persona distinta e dai modi affabili;

  5. Quando fate operazioni in banca o in un ufficio postale possibilmente fatevi accompagnare, soprattutto nei giorni in cui vengono pagate le pensioni o in quelli di scadenze periodiche;

  6. Se all’interno della banca o dell’ufficio postale avete il dubbio di essere osservati, parlatene con gli impiegati o con chi effettua il servizio di vigilanza;

  7. Durante il tragitto di andata e ritorno dalla banca o dall’ufficio postale, con i soldi in tasca, non fermatevi con sconosciuti e non fatevi distrarre;

  8. Ricordatevi che, dopo essere stati in banca o nell’ufficio postale, nessun cassiere vi potrà inseguire per strada per rilevare un errore nel conteggio del denaro che vi ha consegnato;

  9. Quando utilizzate il bancomat usate prudenza. Non prelevate se vi sentite osservati e fatelo soprattutto durante gli orari di apertura delle banche o degli uffici postali, perché sovente le manomissioni delle apparecchiature Atm avvengono di sera e durante le giornate di chiusura del fine settimana e se notate qualcosa di anomalo (ad es. la mancata erogazione del denaro o la presenza di elementi posticci) segnalatelo immediatamente al 112;

  10. Da tempo le associazioni benefiche non fanno raccolta di soldi porta a porta. Fate eventualmente un versamento attraverso la banca o la posta, ovviamente dopo aver fatto le dovute verifiche. In ogni caso non date soldi in contanti a sconosciuti.

In generale, per tutelarvi dalle truffe:

  • diffidate sempre dagli acquisti molto convenienti e dai guadagni facili: spesso si tratta di truffe o di merce rubata;

  • non partecipate a lotterie non autorizzate e non acquistate prodotti miracolosi od oggetti presentati come pezzi d’arte o d’antiquariato se non siete certi della loro provenienza;

  • non accettate in pagamento assegni bancari da persone sconosciute;

  • non firmate nulla che non vi sia chiaro e chiedete sempre consiglio a persone di fiducia più esperte di voi.

E in caso di situazioni strane o dubbie chiamate subito il 112.

 

La foto è di repertorio