Denunciata una donna per falsità ideologica in atto pubblico, sostituzione di persona e ricettazione

I militari della Stazione Carabinieri di Comacchio, al termine di un’articolata attività info-investigativa, hanno denunciato ieri a piede libero una donna 47 enne per falsità ideologica in atto pubblico, sostituzione di persona e ricettazione.
Come spiega l’Arma, tutto ha avuto inizio nella primavera scorsa quando la donna, presentandosi in una farmacia di Comacchio esibiva una ricetta medica che destava alcuni sospetti nella farmacista sorpresa, in particolare, dalla modalità di compilazione atipica che faceva nutrire forti dubbi.
La farmacista segnalava l’anomalia ai Carabinieri della Stazione di Comacchio che hanno avviato mirati accertamenti rilevando, nell’arco dei mesi successivi, che la ricetta apparteneva ad un intero ricettario, rilasciato dall’A.S.L. di Ferrara, che è risultato oggetto di furto in danno di un medico di base dei lidi comacchiesi. Inoltre i militari hanno scoperto che la donna nella compilazione della ricetta presentata in farmacia aveva apposto le generalità di un altro medico.