Il 9 settembre la borsa dal quale è stato asportato il bancomat era stata rubata da un’auto parcheggiata in centro

Nella mattinata odierna si è parzialmente conclusa l’attività investigativa condotta dai Carabinieri della Stazione di Copparo, con la denuncia in stato di libertà di un pregiudicato, per l’indebito utilizzo di una carta di credito provento di furto. I fatti risalgono al giorno 9 settembre 2015 quando, ignoti, previa rottura di un finestrino di un’autovettura parcheggiata nel centro cittadino, si sono impossessati di una borsa contenente, oltre ai documenti di identità, anche un bancomat di pertinenza di una donna del luogo.

Nello stesso giorno la Carta Bancomat è stata utilizzata presso alcuni esercizi commerciali di Codigoro dove sono stati acquistati oggetti vari per un importo di circa 150 Euro. I serrati accertamenti dei militari hanno permesso, nel giro di pochi giorni, di acquisire elementi utili alla identificazione del soggetto che stava utilizzando illecitamente la carta di credito. Tali elementi sono stati ulteriormente suffragati oggi. Infatti i Carabinieri, in esecuzione di un Decreto di Perquisizione domiciliare e personale emesso dalla Procura della Repubblica di Ferrara, concordando le risultanze investigative esperite, a carico del soggetto indagato, sottoposto al regime della detenzione domiciliare, hanno rinvenuto nella sua abitazione tutta la “merce” acquistata illecitamente con la citata carta bancomat rubata.  Al termine degli accertamenti, il soggetto, un 41enne, nomade, è stato denunciato all’A.G. poiché ha utilizzato, senza esserne titolare ovvero senza l’autorizzazione dell’avente diritto, la carta bancomat di provenienza furtiva.

Sono ora in corso ulteriori indagini volte ad accertare eventuali responsabilità dello stesso in ordine al furto perpetrato a Copparo ovvero alla ricettazione della carta bancomat.