Parla il nuovo coach

Marco Martinelli è il nuovo allenatore della 4 Torri Volley Ferrara. “Indubbiamente sono felicissimo per questo ritorno nei ranghi della 4 Torri – ha spiegato Martinelli, storico centrale dell’Estense Volley – con Ferrara e i suoi tifosi esiste un legame che non si è mai spezzato, a tal punto che l’ho scelta come città dove vivere con la mia famiglia, per via della qualità della vita che offre”.

Martinelli racconta la sua carriera da allenatore: “Una volta smesso di giocare ho iniziato la carriera tecnica come vice di Santilli (attuale allenatore dell’Australia ndr) a Vibo Valentia in A1, poi una bellissima esperienza come primo allenatore in B1 a Genova dove, abbiamo sfiorato i play-off promozione. Poi, per ragioni legate al mio lavoro, avendo un’attività commerciale a Padova, ho allenanato in B2 a Riviera del Brenta. In seguito ho dovuto rinunciare a quell’esperienza per via della difficoltà di conciliare attività lavorativa e sportiva a Padova e famiglia a Ferrara. D’altronde – confessa il successore di Zambelli -, a questi livelli il volley è pura passione, e la scelta di allenare va coniugata alle esigenze professionali.

L’incontro con la società granata è avvenuto “grazie all’impegno di Alessandra (Principi ndr) ho seguito per intero quest’ultima annata. Recentemente il presidente Baroni mi ha contattato chiedendo la mia eventuale disponibilità per tornare a impegnarmi in prima persona e, dal momento che il volley è parte integrante della mia vita, ho deciso di accettare con grande entusiasmo, anche perché penso di poter ancora dare qualcosa a questi ragazzi.

Per quanto riguarda il prossimo campionato di serie B unificata, Martinelli lo ritiene “sicuramente un campionato di transizione. Se, come pare, non ci saranno retrocessioni, sarà l’occasione per impostare un certo tipo di progetto. L’intenzione è ovviamente quella di far bene, puntando ovviamente alla competitività, ma senza l’assillo del risultato, in modo tale da poter far crescere gli elementi più giovani e interessanti che avremo a disposizione”. Sul fronte della rosa, spiega l’allenatore, “è presto per avere un prospetto chiaro. Sicuramente parleremo con tutti illustrando le prospettive di questa annata. Chi sceglierà di proseguire altrove verrà adeguatamente rimpiazzato, con l’obiettivo di allestire la squadra più competitiva possibile rispetto alle risorse che avremo a disposizione”.