La vicenda è avvenuta a Lido degli Estensi

In Lido degli Estensi, a conclusione di articolata attività investigativa, i Carabinieri hanno denunciato, in stato di libertà, all’A.G.: due commercianti, un 25enne e un 33enne, entrambi ferraresi, per emissione di fatture per operazioni inesistenti e favoreggiamento personale, un imprenditore 34enne, titolare di un’attività commerciale in Comacchio, copparese, per simulazione di reato, e un commerciante 43enne residente a Codigoro per favoreggiamento personale. L’imprenditore, in particolare, nel mese di aprile 2014, ha denunciato di aver subito un furto all’interno dell’attività con un danno complessivo di oltre 45.000 euro. Quanto denunciato, però, non ha convinto i Carabinieri che hanno avviato i dovuti accertamenti sulla base dei pochi elementi acquisiti nel corso del sopralluogo. Dalle risultanze dell’attività investigativa condotta è, invece, emersa una situazione ben diversa da quella denunciata. L’imprenditore, in effetti, avrebbe simulato il furto, con la complicità dei due commercianti ferraresi (che avrebbero riferito agli inquirenti fatti difformi e false dichiarazioni emettendo, tra l’altro, fatture o documenti per operazioni inesistenti e mai effettuate) allo scopo di ottenere l’indennizzo dell’assicurazione.