Il Comitato: “Già raccolte centinaia di firme, sicuri che siamo quattro gatti?”

Il Comitato Ferrara per Matteo Richetti sta lavorando in vista delle Primarie del post Errani. “Proprio sicuri che siamo ‘quattro gatti’?”  si intitola la nota divulgata. “Sono passati solo sei giorni da quando Matteo Richetti ha deciso di candidarsi e correre alle primarie del centrosinsitra per la scelta del candidato Presidente della Regione Emilia Romagna. Eppure il sostegno a Richetti  continua a crescere velocemente: in soli sei giorni i Comitati per Richetti Presidente sono presenti in ogni Comune della Regione e Ferrara è stata la prima a dar vita a una serie di Comitati per la raccolta delle firme a sostegno della candidatura”. Ad  oggi abbiamo già raccolto, proseguono i membri del comitato, centinaia di firme su Ferrara e Provincia e in sole due ore la pagina Facebook del Comitato Ferrara per Richetti ha raggiunto i 160 like. Abbiamo già comitati o referenti territoriali in ogni quartiere della città e in ogni comune o area della Provincia”.

 

Prosegue il Comitato: “abbiamo deciso con entusiasmo e convinzione di sostenere Matteo Richetti alla presidenza della Regione, perché crediamo che Matteo abbia la competenza, la volontà e le idee di chi vuole veramente cambiare passo nel governo della cosa pubblica.

Matteo Richetti ha l’esperienza amministrativa come consigliere regionale e come parlamentare poi, per far ripartire nel giusto verso la Regione Emilia Romagna, dando valore a ciò che ci ha reso grandi in Italia, ma investendo sull’innovazione di un modello che ormai appare superato per la sfide del futuro prossimo.

L’impegno per le politiche sociali e del lavoro dovrà concentrare risorse sulla continuità all’assistenza di chi ha bisogno piuttosto che sulla macchina amministrativa sanitaria.  La priorità di una riorganizzazione seria delle aziende di servizi pubblici in questa regione dovrà finalmente passare attraverso criteri di efficienza e controllo dei costi, perché in un Paese con molti in difficoltà, non sono ammissibili sprechi utili a garantire le poltrone di pochi.

Riorganizzare il sistema della formazione professionale di questa  Regione, significa mettere al centro lo studente, il giovane, il disoccupato, e non i centri di Formazione professionale con i loro fabbisogni di bilancio.

E poi l’importanza di guardare all’Europa, al mondo con un sostegno vero alla imprese e alla ricerca, perché sostenere l’Innovazione sia molto di più che utilizzare i finanziamenti per pagare i consulenti. Consentire un sistema di rete che aiuti i piccoli esercenti e glia rtigiani, che rendono forte la nostra regione, a raffporzarsi per competere oltre il proprio recinto.

 

Per questi progetti e molti altri, abbiamo deciso in tanti di sostenere Matteo Richetti alla Presidenza della regione Emilia Romagna, perché vogliamo davvero che i nostri territori, i nostri bisogni di cittadini, siano rappresentati da una persona che ha da sempre sostenuto con coerenza il cambiamento e l’innovazione, e anche oggi ha il coraggio e la forza di sfidare un sistema che intende solo conservare se stesso.

Insieme a Matteo Richetti vogliamo ripartire e ricostruire questa Regione, perché siamo l’Emilia Romagna e abbiamo un valore.

 

E’ arrivato ora, adesso, il momento di scegliere per cambiare davvero e non per garantire a pochi di conservare le cose come stanno. Un messaggio valido anche per la politica locale, dove troppe volte abbiamo assistito a “predestinati a prescindere”. E’ ora di cambiare.

In questi giorni il comitato Ferrara per Richetti Presidente, sarà presente per la raccolta firme anche alla festa Pd di Pontelagoscuro”.

Chi volesse aderire, conclude il Comitato, e avere informazioni, può farlo anche inviando una mail a [email protected]