Nella cornice del chiostro di Santa Maria della Consolazione, un evento rivisto alla luce delle necessità sanitarie, ma non per questo impoverito nella sua essenza

Qualcuno aveva forse temuto che tra le vittime del nuovo coronavirus ci sarebbe stato anche Acido Acida – British Beer Festival, unico evento italiano dedicato esclusivamente alle birre britanniche, appuntamento fisso della primavera ferrarese alla settima edizione. E invece, complice la perseveranza degli organizzatori e il miglioramento della situazione sanitaria, diventerà per quest’anno un appuntamento di fine estate: l’evento si terrà intatti da venerdì 4 a domenica 6 settembre sempre al chiostro di Santa Maria della Consolazione, uno dei luoghi più suggestivi del centro di Ferrara. «Certo sarà necessario impostare diversamente alcuni aspetti del festival – spiega il publican de “Il Molo” Davide Franchini, fondatore di Acido Acida –, rivedendo la suddivisione delle sezioni, la distanza tra le spine e le attività da farsi così da rispettare tutti i requisiti di sicurezza. Ciò che sicuramente rimarrà uguale sarà invece la qualità dell’offerta, con la presenza di birre prodotte in esclusiva per Acido Acida. Nei mesi a venire definiremo tutti i dettagli, e terremo aggiornato il nostro pubblico».

Partito – come il nome testimonia – limitandosi alle produzioni sour, britanniche ma non solo, già per il secondo anno Acido Acida si propone come vetrina a tutto tondo delle birre del Regno Unito. «Riducendo la ricerca ad una sola nazione – spiega Franchini – abbiamo potuto selezionare con maggior cura i birrifici, grazie a contatti diretti con ciascuno. E proprio il fatto che tutto fosse già stato avviato prima della pandemia, quando non è più stato possibile spostarsi, ci consente di arrivare all’edizione di settembre con una lista di birre di tutto rispetto nonostante le difficoltà».

Acido Acida apre quindi le sue porte dal 4 al 6 settembre al chiostro di Santa Maria della Consolazione (via Mortara 98, Ferrara), dalle 12 alle 2 (fino a mezzanotte la domenica). Quest’anno, per ragioni sanitarie, gli avventori sono invitati a portare con sé il proprio bicchiere (naturalmente è benvenuto quello delle scorse edizioni, e in generale tutti i bicchieri che dispongano di tacca graduata); utilizzando poi per l’acquisto delle birre gettoni del valore di 1,5 euro (da 1 a 3 gettoni l’una), che daranno diritto anche a ricevere la guida alle birre e birrifici presenti.

Tutte le informazioni sono disponibili sulla pagina Facebook, al numero 320217 4940 e all’indirizzo mail [email protected]: l’invito è quello a seguire soprattutto il canale social, dove verranno man mano resi noti tutti i dettagli e le novità della manifestazione.