Venerdì 29 maggio tutte le bancarelle a Pontelagoscuro. Nel fine settimana l’artigianato nel centro storico di Ferrara

Anche a Pontelagoscuro può ripartire venerdì 29 maggio 2020 il mercato settimanale al completo con tutti i generi di merci, dal settore alimentare all’abbigliamento e ai vari prodotti per la casa.

È l’assessore a Fiere e mercati Angela Travagli ad annunciare la ripartenza completa dell’ultimo dei mercati settimanali, che era rimasto limitato al commercio di ortofrutta e prodotti alimentari a causa dei lavori di asfaltatura che erano in corso la settimana scorsa nella frazione di Ferrara, impedendo la riorganizzazione complessiva dei banchi secondo le nuove indicazioni. “A Pontelagoscuro – spiega l’ass. Travagli – dopodomani (venerdì 29 maggio 2020) ci sarà il mercato con i banchi dei prodotti alimentari in piazza Buozzi e le altre merci in via Savonuzzi. A Ferrara, invece, nel fine settimana è in programma per la prima volta dopo il lockdown il Mercato delle opere di ingegno, che si terrà sabato 30 edomenica 31 maggio in piazza Trento Trieste per tutta la giornata“. Per l’occasione torneranno quindi sul Listone, dalle ore 9 alle ore 19, dieci bancarelle sotto i gazebo in colore bordeaux con l’esposizione e la vendita delle produzioni artigianali in ceramica, metallo, legno e stoffa.

Sono soddisfatta – dice la Travagli – che siamo riusciti a fare ripartire questi importanti appuntamenti per chi vive a Ferrara ma anche per chi viene in visita alla città. Voglio per questo ringraziare in particolar modo l’associazione che cura il Mercato delle opere di ingegno, che si è autoregolamentata ridefinendo le distanze di collocazione tra i banchi e prendendo tutte le precauzioni previste a livello regionale per la sicurezza, così come la Pro loco di Pontelagoscuro che mette a disposizione i suoi volontari per garantire il presidio nei varchi di accesso alle aree del mercato settimanale. Ringrazio anche gli operatori dei settori comunali Attività Produttive e Viabilita per l’ottimo lavoro svolto in tutte le aree mercatali e in particolare quelle del venerdì e lunedì con protocolli presi ad esempio da Comuni limitrofi“.