Mercato in piazza XXIV maggio a Ferrara

Da oggi bancarelle con tutti i generi merceologici e per il mercato del venerdì bancarelle anche sul Listone

Da oggi, giovedì 21 maggio, i tradizionali mercati a Ferrara ripartono al completo con l’esposizione e la vendita di tutti i tipi di merce sui banchi, che si vanno così ad aggiungere a quelli dei generi alimentari, completando l’offerta del commercio ambulante comunale. Ad annunciare l’ordinanza del sindaco Alan Fabbri che consente la ripresa per tutti i mercati all’aperto e per i posteggi di vendita ambulante è l’assessore a Fiere e mercati Angela Travagli, che spiega: “Insieme con le Associazioni di categoria si è convenuto di dividere i mercati a rischio basso, medio e alto a seconda della dimensione. I mercati più piccoli potranno partire senza problemi, distanziando i banchi e inserendo un presidio sull’area, oltre alle misure sempre necessarie (mascherine, guanti e distanziamento di almeno un metro tra le persone)“.

Il debutto per la nuova disposizione e organizzazione delle bancarelle sarà dunque affidato ai due mercati del giovedì in programma in città: quello sull’anello dei giardini dell’Acquedotto (piazza XXIV Maggio) e quello in piazzale San Giovanni.
Venerdì 22 maggio 2020 l’appuntamento più complesso con il mercato del venerdì in centro storico, che verrà dislocato su un’area più ampia, includendo piazza Trento Trieste, in modo da garantire il distanziamento necessario tra le numerose bancarelle.
Per il mercato del venerdì – anticipa l’assessore Angela Travagli – verranno spostati 14 banchi da corso Porta Reno a piazza Trento Trieste e per questi, al fine di tutelare la piazza storica, sono state declinate prescrizioni stringenti per la salvaguardia della pavimentazione. Altri 4 banchi verranno spostati da piazza Savonarola a corso Martiri della Libertà, nel tratto finora non occupato verso il Teatro. Sono stati poi inibiti gli accessi ai lati dei banchi e la vendita verrà fatta unicamente sul fronte“.
Per quel che riguarda il mercato del venerdì a Pontelagoscuro rimarrà attiva solo la vendita dei generi alimentari come la settimana scorsa, perché proprio nella via del mercato è in programma l’avvio dei lavori al manto stradale, rendendo impossibile predisporre un ampliamento dell’area destinata al commercio ambulante.

Ripartirà con modifiche anche il mercato del lunedì – continua l’assessore – perché i banchi in piazza Travaglio sono particolarmente fitti e molti verranno dislocati in corso Porta Reno. Per la programmazione e mappatura della nuova area è stato coinvolto il Servizio viabilità, in quanto la dislocazione dovrà tener conto del prossimo ampliamento di cui beneficeranno le distese con i tavolini dei pubblici esercizi. Fondamentale sarà la collaborazione della Polizia locale e dei volontari per assicurare il presidio dei varchi e delle aree e per definire la viabilità, l’accessibilità e la sicurezza

Il Protocollo sulla sicurezza per il commercio al dettaglio su Area Pubblica è stato ufficializzato dalla Regione nella serata di domenica 17 maggio, ma già venerdì 15 maggio l’assessore Angela Travagli ha incontrato le Associazioni di categoria (Anva Confesercenti e Fiva Ascom Confcommercio) con il supporto degli operatori dell’Ufficio Commercio per le prime ipotesi di gestione in sicurezza delle aree mercatali. “Il mercato – fa notare la assessore – è per definizione luogo di assembramento e aggregazione, che vanno invece assolutamente evitati nel rispetto del Regolamento Covid-19 per la riattivazione delle attività. Ciò ha reso necessario lo spostamento di numerosi stalli e una riprogrammazione complessiva“.

Dopo mesi di mancato lavoro dell’ambulantato – fa notare Travagli – è comprensibile la grande necessità di ricominciare. Perciò abbiamo accelerato e fatto tutto il possibile per poter ridisegnare le aree mercatali, tenendo conto di un Protocollo molto stringente sulla sicurezza e sul distanziamento sociale non facile da realizzare in tempi anche così stretti. Ai Comuni è stato affidato l’onere della regolamentazione. Ringrazio tutti gli operatori, le associazioni, i volontari e i funzionari del Comune che hanno fatto squadra per garantire la ripresa del commercio su area pubblica nel rispetto della viabilità, dell’accessibilità e della sicurezza. Auspico la dovuta collaborazione da parte dei cittadini, che dovranno recarsi con la mascherina e con quella comprensione importante affinché tutte le attività produttive possano lavorare. Auguro una buona ripresa a tutti gli ambulanti!“.

Vogliamo ringraziare l’assessore Angela Travagli ed il suo staff per l’impegno profuso in questi giorni, oggettivamente complessi e frenetici per la riattivazione a tutti gli effetti dei mercati generici sul territorio comunale di Ferrara – sottolinea Alessandro Ceragioli, presidente provinciale di FIVA Confcommercio (commercio ambulante), che prosegue – l’obiettivo dopo la riapertura nelle settimane scorse dei mercati alimentari, era ovviamente riprendere appieno e tempestivamente con quelli generici a seguito del decreto di domenica scorsa (17/05): un risultato raggiunto pur tra mille difficoltà“.

Alessandro Ceragioli, presidente provinciale di FIVA Confcommercio
Alessandro Ceragioli, presidente provinciale di FIVA Confcommercio

La nostra città – conclude Ceragioli – aveva bisogno di riprendersi questo momento di socialità e la riapertura è una necessaria boccata d’ossigeno importantissima per i nostri operatori che hanno dato loro stessi un segno di grande collaborazione e disponibilità“.