SiNAPPe: “Trasferimento immediato per responsabili di simili condotte”

Nella giornata di ieri, venerdì 10 aprile, presso la sezione Protetti della Casa Circondariale di Ferrara di via Arginone, un detenuto italiano, già resosi responsabile in passato di medesime condotte, ha aggredito due agenti appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria. Il detenuto ha dapprima colpito l’agente di sezione, sbattendogli un cancello sulla mano e, successivamente, ha sferrato, una testata in pieno volto ad un vice ispettore del Corpo, che era intervenuto, insieme ad altri membri del personale, per frenare le intemperanze dell’uomo.

A seguito della aggressione, i malcapitati Poliziotti hanno raggiunto il Pronto Soccorso del nosocomio cittadino che, dopo i dovuti accertamenti del caso, li ha giudicati guaribili in 5 giorni, salvo complicazioni. 

Il SiNAPPe, da tempo immemore, sta denunciando il peggioramento delle condizioni lavorative all’interno delle carceri regionali, - commenta Gianluca Giliberti, segretario regionale di SiNAPPe - le cui cause sono ben note a questa O.S., come le possibili soluzioni che abbiamo proposto al Provveditore Regionale, senza aver mai avuto alcun risolutivo riscontro nè formale, nè fattivo.

Riteniamo, infine, inaccettabile che l’Amministrazione non abbia ancora provveduto a dare seguito a quanto disposto dalla circolare GDAP 10/10/2018.0316870.U del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, ovvero l’immediato trasferimento dei detenuti responsabili di simili condotte infrattive, considerato che il detenuto in esame ha reiterato, più volte, tali comportamenti.”