Servizi nuovi e gratuiti per la gestione dell’emergenza

A seguito del manifestarsi dell’emergenza sanitaria COVID-19 il sistema integrato dei servizi sociali del Comune di Comacchio, da un lato ha dovuto rivedere le modalità di accesso alle prestazioni (appuntamenti e colloqui telefonici), dall’altro ha approntato una serie di servizi nuovi e gratuiti direttamente correlati ai bisogni derivanti dall’emergenza.

L’amministrazione Comunale ha inoltre deciso di estendere il fondo di tutela per il pagamento delle utenze anche a coloro che, a causa dell’emergenza sanitaria, stiano affrontando concrete situazioni di difficoltà economica, ampliando la platea tradizionale dei soggetti a cui il fondo è ordinariamente destinato.

Il Servizio Politiche sta lavorando intensamente per definire entro pochi giorni i criteri di consegna dei buoni spesa da utilizzare negli esercizi commerciali del territorio, per poter utilizzare il contributo governativo di solidarietà alimentare previsto dall’ordinanza della Protezione civile n. 658 del 29/03/2020, che ammonta per Comacchio a circa 157.000 euro. 

Sia l’Asp del Delta Ferrarese, a  cui è delegato il servizio sociale territoriale, che i servizi sociali del Comune sono pienamente operativi.

L’ASP, per garantire risposte più rapide e adeguate ai bisogni correlati alla situazione contingente, ha inoltre introdotto la cosiddetta Assistenza domiciliare lieve, una forma di assistenza domiciliare rivolta ad anziani e disabili particolarmente esposti al rischio di contagio Covid-19, attivabile con modalità agili e veloci. Le prestazioni riguardano attività di aiuto nella cura della persona, aiuto per la gestione della casa e delle attività domestiche, interventi igienico sanitari di semplice attuazione e consegna pasti a domicilio.

Il Comune, a sua volta, garantisce l’apertura dello sportello sociale attraverso supporto telefonico qualificato garantito da assistenti sociali. Questo è il vero punto di rilevazione del bisogno che consente di fornire risposte rapide alle richieste crescenti di aiuto. Sempre a cura del Comune è stato immediatamente attivato il servizio di consegna della spesa e dei farmaci a domicilio, in collaborazione con la cooperativa sociale Girogirontondo e l’associazione della protezione civile Trepponti di Comacchio. 

Sono state sospese le rette per il servizio ai nidi il Giglio e La Gabbianella fino al ripristino del servizio, mentre, per quanto riguarda la quota relativa al trasporto scolastico e di pre scuola e doposcuola con il dovuto già versato dalle famiglie, è prevista la restituzione della quota per il periodo in cui non sono stati fruiti tali servizi. 

Il progetto “Insieme da casa”, realizzato in tempi rapidissimi, offre servizi gratuiti, prevede consulenze telefoniche alle famiglie, gruppi virtuali con i genitori, a cominciare dalla semplice comunicazione su WhatsApp alle videochiamate. Verranno garantiti spazi d’ascolto telefonico, verranno create pagine Facebook in cui pubblicare iniziative per i più piccoli.

Da oggi, 1° di aprile, torna dunque operativo il centro famiglie La libellula che, attraverso consulenze telefoniche garantirà oltre alla gamma consolidata di consulenze alle famiglie (consulenze pre e post nascita, consulenze educative, consulenze psico educative a famiglie con figli adolescenti, consulenze legali e di mediazione familiare) anche specifiche consulenze sociali per contrastare gli impatti dovuti all’emergenza coronavirus. Sono previste anche attività per i Gruppi virtuali di genitori che si incontreranno on line. Ed inoltre verrà garantito uno spazio di ascolto telefonico e pagine Facebook per le attività dedicate alle famiglie. 

Inoltre il Comune garantisce, nell’ambito dei progetti di didattica digitale a distanza attivati dalle scuole, il supporto degli educatori di sostegno, per assicurare continuità educativa agli studenti con bisogni speciali attraverso la didattica digitale a distanza. Ma ci sarà anche il doposcuola a distanza (non solo compiti) a portata di web: un servizio pensato per supportare gli studenti che si devono preparare per l’esame della scuola secondaria di primo grado (fino ad oggi hanno aderito 25 ragazzi/e). Per quanto riguarda invece le dotazioni tecnologiche di chi non è attrezzato e vive quindi una condizione di svantaggio, il Governo ha stanziato dei finanziamenti che saranno gestiti direttamente dalle scuole per dotare gli studenti degli strumenti necessari.

Attraverso il sapiente impiego delle tecnologie dell‘informazione e della comunicazione, sempre a partire da oggi, le famiglie potranno contare su una serie estremamente articolata e ricca di proposte educative e ricreative, nella logica della smart education e potranno beneficiare  del supporto di consulenti qualificati per affrontare nel miglior modo possibile questo difficile momento. 

Tutti questi servizi educativi e sociali sono frutto di una co-progettazione tra il Comune di Comacchio – Assessorato alle politiche socio-educative e la cooperativa sociale Girogirotondo (info 329 4263050).