Per rapina impropria e furto aggravato

Il 28 marzo scorso la direttrice della farmacia comunale di via Porta Mare è stata strattonata da un individuo responsabile poco prima, spiega la Questura in una nota stampa, del trafugamento di alcune confezioni di prodotti cosmesi, sottraendosi così all’intervento della polizia che era stata chiamata.

Il 4 aprile scorso lo stesso individuo si era reso responsabile di un furto con destrezza, sempre stessi prodotti, all’interno della farmacia comunale di Ferrara di via Arianuova. Anche in questo caso, vistosi scoperto, era subito fuggito.

L’uomo, un rumeno con numerosi precedenti specifici, era solito rubare all’interno delle farmacie comunali e ormai conosciuto sia dai titolari delle stesse che dalle Forze dell’Ordine.

Visionando i filmati infatti lo si riconosceva in un rumeno, classe 1982, già noto per essersi reso autore di innumerevoli furti all’interno delle farmacie comunali.

 

Sulla scorta di questo quadro probatorio aggravato dall’elevato profilo criminale dell’uomo, il Gip dr.ssa Silvia Marini su richiesta del PM Dr. Savino ha emesso una Ordinanza di Custodia Cautelare in carcere per il delitto di rapina impropria e furto aggravato che veniva eseguita nella giornata del 30 aprile 2018 nei confronti del predetto già detenuto per altra causa presso la locale casa Circondariale.

 

I suoi precedenti penali contro il patrimonio sono innumerevoli e quasi tutti per furto. Già nel 2013 venne condannato in primo grado per un furto aggravato commesso ai danni di un esercizio commerciale; nel settembre del 2017 veniva nuovamente condannato per cinque furti aggravati commessi ai danni di alcune farmacie comunali di Ferrara risalenti a febbraio 2016 (per il trafugamento di beni cosmetici di prestigiose marche).