Collaborazione tra Guardie giurate e Polizia di Stato, intervento a Ingegneria

Alle ore 00.05 del 18 febbraio, le GPG di servizio presso la facoltà di Ingegneria, essendo scattato l’allarme, richiedevano l’immediato intervento delle Volanti della Polizia di Stato, spiega la Questura in una nota stampa. Le Guardie Giurate, nel frattempo, rimanendo in costante contatto con la Sala Operativa della Polizia di Stato (collaborazione di recente rinnovata nell’ambito della strategia di collaborazione Pubblico/Privato voluta dal Questore della Provincia di Ferrara Antonio Sbordone), entravano all’interno della struttura ed individuavano un uomo che alla loro vista cominciava a correre verso l’uscita, ma che all’intimazione di fermarsi eseguiva l’ordine sdraiandosi a terra e scoprendosi il volto. Sul posto gli operatori della Polizia di Stato prendevano l’uomo in consegna. Veniva effettuato un accurato sopralluogo che portava al rinvenimento e sequestro di due cacciaviti di cui uno ancora inserito nel distributore automatico di bevande ed uno a terra, visibilmente piegato, nonché numerose monete asportate dalla cassettina del distributore stesso per una somma di euro 264,65, sparse sul pavimento dall’uomo mentre cercava di dileguarsi.

Negli uffici della Questura l’uomo veniva compiutamente identificato in un uomo classe ’89 residente in provincia di Rg, pregiudicato per ricettazione, estorsione, rapina aggravata, falso e colpito dalla misura di prevenzione dell’Avviso Orale emesso dalla Questura di Ragusa in data 23.11.2012. Arrestato per il reato commesso, veniva associato presso la locale casa circondariale.