E’ ancora possibile partecipare

Fino al 14 novembre, spiega l’Amministrazione comunale di Comacchio, è possibile contribuire alla stesura del “Patto per il lavoro e lo sviluppo economico-sociale” del Comune. Il documento di natura programmatica, nel quale saranno elencate le opere e le azioni che l’Amministrazione e gli altri enti firmatari si impegnano a realizzare a Comacchio per incentivare il mercato del lavoro, è tutt’ora in discussione in tavoli tematici espressamente riuniti per dibattere le diverse materie in oggetto, ma già da tempo è aperto al contributo di tutti, istituzioni, associazioni, cittadini, privati, ecc.

Progetto Comacchio 2015/2020 sarà, infatti, un Patto condiviso tra tutti gli attori sociali e istituzionali locali che accettano la sfida di sostenere lo sviluppo territoriale. Lo scopo è quello di promuovere la struttura sociale, economica e produttiva del territorio di Comacchio, al fine di creare nuova occupazione e contrastare il rischio di povertà, esclusione sociale e precarietà professionale.

Sei i “driver” in cui è diviso il Documento e che riprendono il Patto per il Lavoro già pubblicato dalla Regione Emilia-Romagna: “Persone e Lavoro”, “Comunità e Lavoro”, “Sviluppo, Imprese e Lavoro”, “Territorio e Lavoro”, “Legalità e Lavoro” e “Semplificazione e Lavoro”.

La bozza di Progetto Comacchio è accessibile e scaricabile sul sito istituzionale del Comune di Comacchio (www.comune.comacchio.fe.it). Per inviare il proprio contributo, condividendo opinioni, proposte e commenti, è possibile scrivere all’Ufficio Comunicazione Istituzionale, entro il 14 novembre, appunto, all’indirizzo [email protected].