13 marzo 2014 - Ferrara, Cronaca, Eventi, Politica

La pubblicità nell'identità di genere

Ferrara - Sabato 15 marzo si terrà un altro appuntamento del ciclo di conferenze-laboratori dal titolo ‘Il corpo della donna nella pubblicità', organizzato da Fidapa BPW Italy (Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari) Sezione di Ferrara, in collaborazione con il Liceo Ariosto e il Liceo Carducci e destinato agli studenti dei due Istituti
Nel corso dell'incontro, Deanna Marescotti approfondirà il tema dal punto di vista psico-educativo con le classi III C e M del Liceo statale Carducci parlando di ‘Identità di genere e pubblicità'.
Il progetto, patrocinato dal Comune di Ferrara, prevede cinque incontri e focalizza l'attenzione, in modo interdisciplinare, su aspetti specifici dei messaggi pubblicitari che, sempre con maggiore insistenza, utilizzano il corpo femminile per la promozione dei prodotti da sottoporre al mercato.
I relatori, Elena Buccoliero (Sociologa - Ufficio Diritti dei Minori del Comune di Ferrara - Giudice Onorario del Tribunale per i Minori di Bologna), Piero Stefani (Teologo, Biblista, Docente universitario), Deanna Marescotti (Psicologa counsellor - Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Ferrara), Maria Silvia Giorgi (Magistrato), Dalia Bighinati (Giornalista e Autrice TV Telestense - TeleFerraraLive), introdurranno i giovani studenti alla complessità del fenomeno pubblicitario, aiutandoli a cogliere i messaggi espliciti e sottesi che essi promuovono, a riconoscere le forme di comunicazione rivolte ad influenzare gli atteggiamenti e le scelte degli individui, a riflettere sui modelli culturali che essi trasmettono e all'interiorizzazione dei valori ai quali tendono.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.